la Regione dalla A alla Z Chiudi

La Giunta Regionale


13.10.2017 17:53

Formazione: Panariti, snellita procedura avviso sviluppo rurale

Trieste, 13 ottobre - La Giunta regionale ha deliberato, su proposta dell'assessore alla Formazione, Loredana Panariti, l'introduzione di alcune modifiche all'avviso per la selezione di un soggetto al quale affidare la realizzazione del catalogo formativo dello sviluppo rurale previsto dal programma di sviluppo rurale (Psr) 2014-20.

Per catalogo si intende quello strumento finalizzato all'organizzazione e alla realizzazione di corsi di formazione e di aggiornamento professionale, calibrati a quelle che sono le specifiche esigenze tecniche, scientifiche, strategiche e gestionali degli operatori impegnati nelle attività agricole, agroalimentari e forestali.

Il primo cambiamento operato sull'avviso prevede l'abolizione dell'obbligo da parte delle piccole e medie imprese (pmi) non agricole operanti nelle zone rurali, utenti e fruitrici del catalogo, di trasmettere una dichiarazione attestante le somme di aiuti de minimis ricevute nell'esercizio finanziario corrente e nei due precedenti. Tale disposizione, in conformità alla regolamentazione europea in materia, compete infatti solamente ai soggetti pubblici operanti nella gestione delle aree rurali, i quali non rientrano nella definizione di pmi.

La seconda modifica tende a snellire la procedura di attivazione delle edizioni dei prototipi formativi del catalogo formativo dello sviluppo rurale in quanto questo passaggio burocratico comporta un'attività amministrativa significativamente onerosa. L'introduzione di questa velocizzazione dell'iter garantisce un controllo sull'attivazione dei prototipi e costituisce anche un beneficio per gli utenti, offrendo una maggior flessibilità nella costituzione dei gruppi di classe. L'obiettivo del progetto formativo è quello di migliorare il livello di competenza professionale, sostenendo l'apprendimento continuo al fine di rendere maggiormente efficiente la gestione aziendale, aumentare la sostenibilità, la competitività e le prestazioni ambientali, valorizzando il capitale umano e favorendo lo sviluppo economico delle aree rurali. ARC/GG/fc