la Regione dalla A alla Z Chiudi

La Giunta Regionale


13.10.2017 16:29

Innovazione: Bolzonello-Boccia, sì a raddoppio fabbrica modello

San Vito al Tagliamento (Pn), 13 ottobre - La Regione accompagnerà il raddoppio della Lean Experience factory (Lef).


Lo ha assicurato il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, partecipando alla riunione del Club dei 15 di Confindustria, svoltasi al centro di ricerca di e innovazione di San Vito al Tagliamento, alla presenza del presidente nazionale di Confindustria Vincenzo Boccia.

Dopo aver ringraziato il presidente di Unindustria Pordenone, Michelangelo Agrusti, per aver organizzato la due-giorni di lavoro che ha visto protagonisti i rappresentanti delle Confidustrie più rappresentative in Italia, Bolzonello ha voluto ricordare l'impegno che la Regione sta dedicando in modo sempre più massiccio al sostegno della digitalizzazione dei processi produttivi.

Rivolgendosi a Boccia, il vicepresidente Fvg ha evidenziato come "questa struttura presente a San Vito al Tagliamento rappresenti un centro che, negli anni, saprà essere guida e traino per l'intero sistema produttivo regionale. La Lef è uno strumento che offrirà alle nostre imprese un modello per accompagnarle verso quel cambio culturale, ancor prima che tecnologico, di cui c'è bisogno per poter competere in modo vincente nei mercati globali".

Da qui la volontà della Regione di sostenere il raddoppio della fabbrica modello, come proposto dal titolare dell'area, ossia il Consorzio industriale Ponterosso, dal principale finanziatore del progetto che è Unindustria Pordenone e dal sistema produttivo regionale.

"Siamo convinti - ha detto Bolzonello - che questo digital hub abbia davanti a se un futuro straordinario e strategico, di grande utilità per aiutare la manifattura del Friuli Venezia Giulia ad interpretare le traiettorie di crescita future. Inoltre, la Lef è il vero collante tra il sistema dei saperi presente in Friuli Venezia Giulia e l'industria. Pertanto appoggeremo in modo convinto il raddoppio dell'attività. Il nostro impegno terrà conto del piano industriale che ci sarà proposto dalla Zipr e Unindustria, a fronte del quale calibreremo le risposte della Regione". ARC/AL/fc