la Regione dalla A alla Z Chiudi

La Giunta Regionale


05.06.2019 18:29

Relazioni internazionali: Fedriga, innovazione asset per integrazione Fvg-Baviera

 



Monaco di Baviera, 5 giu - Ampliare il ventaglio delle collaborazioni tra il Friuli Venezia Giulia e la Baviera, accelerando il percorso di integrazione avviato con gli accordi sottoscritti tra la Regione e il vicino Land nel 2016.

Queste le finalità del tavolo bilaterale organizzato da Regione Fvg e Italcam - la Camera di Commercio italo-tedesca - tenutosi presso la sede di Generali Deutschland a Monaco alla presenza, tra gli altri, del governatore Massimiliano Fedriga, dell'assessore alle Attività produttive e al Turismo, Sergio Emidio Bini, e dell'amministratore delegato della divisione tedesca del Leone, Giovanni Liverani.

Proprio a Generali, Fedriga ha rivolto un sentito ringraziamento, evidenziandone il ruolo chiave nel "favorire, ospitando e sostenendo incontri come quello odierno, quel networking che si pone alla base di ogni politica di sviluppo ad ampio respiro".

Nel suo intervento introduttivo, il governatore si è inoltre soffermato sul valore di questi momenti di conoscenza reciproca e di condivisione "utili a individuare i punti di contatto e a utilizzare le risorse pubbliche nel modo più mirato e responsabile".

Tra le proposte emerse al tavolo, l'organizzazione di una Summer School in Friuli Venezia Giulia per la formazione di profili specializzati nel settore manifatturiero avanzato - con particolare riferimento alla meccatronica -, l'avvio di una collaborazione in tema di formazione duale tra Istituti tecnici superiori (anche qui, nel settore della meccatronica), la promozione di attività congiunte tra aziende nei rispetti cluster (il cosiddetto "scouting and matching") e lo sviluppo di sinergie con agenzie di innovazione bavaresi per agevolare l'insediamento di aziende strategiche nell'area portuale e retro-portuale di Trieste.

A chiusura del meeting, l'assessore Bini ha infine rimarcato l'importanza di "aver messo attorno a un tavolo stakeholders del Friuli Venezia Giulia e della Baviera, per far emergere quelle molte 'eccellenze nascoste' che rappresentano un patrimonio inestimabile in chiave futura, sia sotto il profilo economico e occupazionale che sociale", invitando a "replicare tale meritoria iniziativa a Trieste". ARC/DFD/ppd