la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


15.05.2019 12:01

Sicurezza: regole chiare e univoche su alternanza scuola-lavoro

Udine, 15 mag - Evidenziare compiti, responsabilità e tutele assicurative di tutti gli attori coinvolti nei percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento (Pcto), già noti come alternanza scuola - lavoro, con l'obiettivo di dare risposte omogenee a livello regionale ai diversi dubbi sorti in questi anni nella predisposizione dei percorsi formativi previsti dalle norme, spiegando con un linguaggio meno giuridico l'applicazione della normativa sulla salute e sicurezza del lavoro dello studente impegnato nei Pcto.

E' la sintesi del documento di indirizzo sulla salute e sicurezza degli studenti impegnati nei Pcto, presentato oggi nell'auditorium Comelli della Regione Friuli Venezia Giulia, a Udine, e realizzato attraverso la collaborazione e il confronto dei componenti del Tavolo tecnico in materia di salute e sicurezza del lavoro in ambito scolastico di cui fanno parte le direzioni regionali Salute e Lavoro, l'Inail Fvg, le Aziende per l'assistenza sanitaria, l'Ufficio scolastico regionale e l'Anpal servizi (agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro).

A rappresentare l'amministrazione regionale è intervenuto il vicegovernatore con delega alla Salute che ha rimarcato la necessità di proseguire a contribuire alla prevenzione degli infortuni sul lavoro e alla diffusione della cultura sulla sicurezza.

Secondo il vicegovernatore, che ha manifestato apprezzamento per il lavoro svolto, è fondamentale attivare percorsi di sostegno e promozione culturale necessari a far crescere e introiettare il concetto di comportamenti sicuri in tutti i cittadini, fin dall'età scolastica.

In questa direzione sono orientate le diverse iniziative della Regione volte a contribuire alla prevenzione degli infortuni sul lavoro e a divulgare una cultura della sicurezza anche in ambito scolastico e formativo nella convinzione che per cambiare i comportamenti a rischio sia necessario intervenire attraverso l'acquisizione più precoce possibile della consapevolezza del pericolo insito in essi sia nei contesti professionali che nella vita di tutti i giorni.

Nel dettaglio, le linee guida illustrate oggi ai dirigenti scolastici, alle associazioni di categoria e del terzo settore, puntano a fornire assistenza e risposte omogenee ai problemi di inquadramento normativo dell'organizzazione della sicurezza degli studenti nell'ambito del percorso per le Competenze trasversali e per l'orientamento, allo scopo di tutelare non solamente il primario obiettivo della tutela della salute degli studenti, ma anche le figure dei datori di lavoro scolastici e aziendali coinvolti nel processo formativo attraverso la piena conoscenza delle loro responsabilità. L'incontro è stato anche un'occasione per evidenziare i problemi applicativi e interpretativi della legislazione e programmare ulteriori momenti informativi, considerando le specifiche finalità istituzionali del tavolo tecnico, volte al supporto sulla normativa di settore e alla diffusione di conoscenze e buone prassi sugli aspetti di prevenzione. ARC/LP/ppd