la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


13.05.2019 19:12

Economia: Regione contro burocrazia e per sbloccare opere pubbliche

Pordenone, 13 mag - La Regione è impegnata a rimuovere gli ostacoli che frenano la ripresa nel settore delle costruzioni anche attraverso la norma 'Semplifica FVG': si proporrà di sciogliere i vincoli burocratici esistenti a danno anche dell'attività delle professioni, in particolare quella degli ingegneri.

A evidenziarlo, l'assessore regionale alle Attività produttive, intervenuto, assieme all'assessore regionale alle Risorse agroalimentari e forestali, al 50. anniversario della costituzione dell'Ordine degli ingegneri di Pordenone (OdI PN), celebrato nel capoluogo della destra Tagliamento, a Palazzo Montereale Mantica.

In cinquant'anni (l'OdI PN è stato costituito nel gennaio del 1969) l'Italia è profondamente cambiata, così come la realtà pordenonese, che in quegli anni, quando fu costituita la Provincia, stava vivendo un periodo di grande sviluppo industriale.

Al contrario oggi stiamo addirittura vivendo un clima che parrebbe essere ostile alle imprese, alle associazioni, alle categorie: a chi vuole fare. c si dovrebbe invece porre l'obiettivo di far ripartire il Paese, così come il Friuli Venezia Giulia.

Per fare questo, per fare sì che l'economia ricominci a correre, occorrerebbe eliminare i troppi vincoli che tuttora frenano la ripresa e lo sviluppo.

Questo Paese, ma anche il Friuli Venezia Giulia, per ripartire e ricoprire lo svantaggio che abbiamo con gli altri Paesi, dovrebbe poter reinvestire anche nelle infrastrutture, per produrre redditività e occupazione.

E se in Italia sono fermi e inutilizzati 26 miliardi di risorse destinate alle opere pubbliche, che potrebbero generare investimenti per 90 miliardi di euro, nel Friuli Venezia Giulia, sempre a causa della burocrazia, giacciono nei Comuni 900 milioni di euro, che dovrebbero essere impiegati soprattutto per opere di viabilità e infrastrutturali.

Con questi obiettivi, oltre a quello di semplificare la burocrazia, sempre nel settore delle opere pubbliche, la Regione si è mossa per ottenere dallo Stato fondi destinati agli interventi da impiegare a fronte dei gravi fenomeni meteorologici che hanno colpito il Friuli Venezia Giulia lo scorso autunno.

Si tratta di 370 milioni di euro, che saranno impiegati sul territorio. ARC/CM/ppd