la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


07.03.2018 18:25

Lavoro: Panariti, Borsa lavoro edile e sinergia tra Regione e imprese

Udine, 7 mar - La Borsa lavoro nel settore edile va lungo il percorso che la Regione ha avviato per favorire l'incontro tra la domanda e l'offerta di lavoro e concorre a ribadire la collaborazione tra l'Amministrazione regionale e Formedil, attivata per agevolare un comparto tra i più colpiti dalla crisi economica globale.

Lo ha affermato l'assessore regionale al Lavoro e formazione, Loredana Panariti, intervenendo, a Udine, nell'auditorium del Cefs, Centro edile per la formazione e la sicurezza, alla presentazione della Borsa del lavoro edile nazionale, attivata nell'ambito del BLEN.IT.

BLEN.IT è un sistema di servizi completamente gratuito, volto a facilitare l'occupazione e il lavoro delle imprese edili, che sempre più spesso hanno bisogno della manodopera specializzata. Panariti ha ricordato il ruolo centrale che la Regione, attraverso l'Agenzia del lavoro, ha assegnato alla collaborazione con le categorie economiche, con lo scopo di consentire al sistema occupazionale di affrontare la crisi con il concorso del mondo della formazione.

E ha richiamato l'accordo, siglato nel 2016, in occasione delle Giornate della formazione, tra la Regione e Formedil.

Accordo, che prevedeva l'attivazione di un sistema di sinergie mirato a favorire lo scambio tra la domanda e l'offerta di lavoro nel settore edile, con particolare riferimento alla ricollocazione dei lavoratori di tale comparto.

Obiettivi, da perseguire tramite una formazione focalizzata sulle esigenze del sistema economico, quindi attenta alle richieste del mercato del lavoro.

Occorre però considerare, ha detto l'assessore, l'opportunità di leggere con un'analisi accurata i dati inerenti l'andamento del settore edile: probabilmente essi evidenziano che ci troviamo di fronte a una trasformazione strutturale del sistema e delle necessità alle quali il settore delle costruzioni può e deve saper rispondere.

Un settore al quale la Regione ha dedicato molta attenzione, nella consapevolezza della stretta connessione con altri comparti del mondo economico-produttivo regionale.

Il mondo del lavoro, da parte sua, per Panariti può essere in grado di affrontare in modo costruttivo questi cambiamenti attraverso la specializzazione.

Mentre il modello di collaborazione adottato nell'ambito della formazione, che si è rivelato efficace, potrà essere un elemento cardine del percorso di valorizzazione del mondo del lavoro, anche per il futuro.

In precedenza, erano intervenuti la presidente del Cefs e Cassa edile, Angela Martina, e il consigliere di Formedil, Piero Petrucco, per ricordare la disponibilità a mantenere attiva la collaborazione con la Regione; collaborazione, che ha consentito di tracciare una strada nuova nel rapporto tra occupazione e imprese e per evidenziare che il Friuli Venezia Giulia è una delle tre Regioni che hanno avviato e portato avanti con successo questo progetto. ARC/CM