la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


29.12.2017 15:50

Salute: Telesca, collaborazione tra Cro Aviano e KaziOr Almaty

Udine, 29 dicembre - Il Centro di riferimento oncologico (Cro) di Aviano contribuirà al trasferimento di conoscenze in tema di tecniche di trapianto di midollo e di raccolta e crioconservazione di cellule staminali verso i professionisti che operano presso l'istituto oncologico e radiologico KaziOr di Almaty, in Kazakistan.

L'annuncio oggi a Udine, in un incontro al quale hanno partecipato l'assessore alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Maria Sandra Telesca, e il direttore generale del Cro, Mario Tubertini, assieme a Mirco Santini, direttore medico di presidio del Cro, Mariagrazia Michieli, responsabile del programma Trapianti, Cristina Durante, responsabile qualità del programma trapianti, e Pietro Bulian, project manager di diagnostica oncoematologica, presente anche il capo di gabinetto della presidenza della Regione, Agostino Maio.

La collaborazione tra i due istituti, che si concretizza nella firma di un protocollo d'intesa, fa seguito alla recente visita di una delegazione del Cro ad Almaty, in cui sono stati esaminati aspetti clinici, tecnologici ed organizzativi. L'accordo rientra nel quadro dei rapporti che il Cro ha a livello nazionale ed internazionale con università, ospedali, istituzioni scientifiche e di ricerca e rappresenta, come ha evidenziato Telesca, uno dei tanti risultati concreti delle relazioni avviate tra il Friuli Venezia Giulia e il Kazakistan a seguito delle missioni della presidente della Regione, Debora Serracchiani, e del presidente del Consiglio regionale, Franco Iacop, nonché della partecipazione all'Expo di Astana lo scorso anno.

"La mission di un istituto come il Cro è di dare assistenza ai pazienti e fare ricerca", ha detto il direttore Tubertini, ricordando gli stretti rapporti con le Università di Udine e Trieste, altri atenei italiani, innumerevoli istituti oncologici nel mondo e, tra questi, anche l'azienda ospedaliera di Catania.

"Da qualche mese - ha precisato Tubertini - da Catania ci vengono inviati dei vetrini digitalizzati per consentire ai nostri anatomopatologi di dare delle second opinion su casi particolarmente complessi".

Riferendosi all'intesa con il KaziOr di Almaty, Tubertini ha precisato che "anche quello della formazione è un aspetto centrale, utile perché crea contatti e contaminazioni". In quest'ottica ha fatto riferimento al training, appena concluso, con infermiere curde.

Dunque il Cro "continua - secondo Tubertini - a dimostrare di avere una forte propensione internazionale, grazie alle competenze del suo personale. Con questo accordo rafforziamo relazioni con un paese che nell'arco degli ultimi due anni ha raddoppiato le importazioni dall'Italia ed esportiamo non solo beni e servizi ma anche ricerca, innovazione e qualità della nostra sanità". ARC/PPD/fc

 

 
alla firma dell'intesa tra il CRO di Aviano e l'Istituto oncologico kazako di Almaty, rilasciate a Udine il 29 dicembre 2017
alla firma dell'intesa tra il CRO di Aviano e l'Istituto oncologico kazako di Almaty, rilasciate a Udine il 29 dicembre 2017
alla firma dell'intesa tra il CRO di Aviano e l'Istituto oncologico kazako di Almaty, rilasciate a Udine il 29 dicembre 2017