la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


28.12.2017 16:27

Sviluppo rurale: Shaurli, Psr con oltre 44 mln euro aggiuntivi

Trieste, 28 dicembre - Prosegue l'opera di implementazione finanziaria, semplificazione e sburocratizzazione del Programma di sviluppo rurale (Psr) del Friuli Venezia Giulia, oggetto di alcune delibere approvate oggi dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore alle Risorse agricole e forestali, Cristiano Shaurli.

"Credo sia la miglior risposta alle criticità evidenziate - ha affermato l'assessore - perché se alcune permangono, in particolare quelle dovute ai ritardi di Agea nei pagamenti delle misure a superficie, altre possono essere superate a seguito di queste ultime scelte".

"Stavolta - ha commentato Shaurli - con oltre 1,1 milioni di euro abbiamo finanziato l'intera graduatoria della misura di sostegno per le attività di informazione e promozione, assumendo come obiettivo strategico far conoscere la qualità dei nostri prodotti in un mercato sempre più competitivo ed internazionale".

"Inoltre - ha aggiunto - abbiamo prolungato a 24 mesi l'ultimo bando del pacchetto giovani relativamente alla data dell'insediamento, così da consentire a quanti più giovani imprenditori agricoli di parteciparvi".

"Infine - ha evidenziato l'assessore - abbiamo siglato con Agea una convenzione per delegare alla Regione un'ampia serie di funzioni che siamo convinti di poter esercitare meglio e più velocemente".

Già nelle scorse settimane, con la modifica generale del Psr e ulteriori interventi all'interno della Legge di stabilità regionale, sono emerse alcune novità che vanno in questa direzione.

"In effetti - ha proseguito Shaurli - in accordo con le organizzazioni di settore abbiamo semplificato e ridotto il numero dei bandi del Psr convinti che aprirne molti con poche risorse non faccia altro che aumentare il carico burocratico e creare false aspettative".

"In questo modo - ha sottolineato - abbiamo recuperato risorse importanti per oltre 19 milioni di euro da destinare alle misure più apprezzate e strategiche ovvero le domande individuali e le filiere per la competitività aziendale a cui abbiamo aggiunto nella legge di stabilità 2018 altri 8,7 milioni per scorrere le graduatorie sulla trasformazione e commercializzazione, sul risparmio idrico, sui premi giovani e sulla diversificazione delle attività portando le risorse aggiuntive stanziate sul Psr ad oltre 44 milioni di euro".

"È vero - ha affermato ancora Shaurli - che sulle domande con approccio a filiera abbiamo accettato la richiesta di una proroga per la chiusura dei bandi arrivata da alcune associazioni di categoria come Copagri, convinti che ora il comparto sarà pronto per presentare domande di maggior, però giova ricordare che il 93% delle risorse per investimenti saranno definitivamente impegnate e destinate a chi ha fatto domanda, con un volano importante per territorio ed imprese. Fatto ciò - ha concluso - potremmo tutti concentrarci sull'esecuzione e rendicontazione dei lavori e sono convinto utilizzeremo al meglio tutte le risorse europee disponibili".

ARC/SSA/fc