la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


22.12.2017 16:35

Fvg 2013-18: Santoro, risposte e tempi certi per cittadini e imprese

Trieste, 22 dicembre - "La strategia di questi anni in tema di edilizia, pianificazione territoriale e gestione del territorio è stata mirata a coniugare programmazione e innovazione degli strumenti di governo per semplificare le procedure". Lo ha affermato l'assessore alle Infrastrutture e territorio del Friuli Venezia Giulia, Mariagrazia Santoro, intervenendo a Trieste alla conferenza stampa di fine anno della giunta regionale. "Rigenerazione e recupero sono state le parole chiave della politica edilizia ed abitativa che ha riportato al centro il cittadino e le esigenze di risposta casa, completamente rinnovate con la legge regionale 1/2016 di riforma delle politiche abitative e del sistema delle Ater" ha affermato Santoro. Azioni concrete che si sono convertire in "dati positivi nell'ultimo trimestre anche per la Cassa edile ed in una crescita del 10% delle assegnazioni di alloggi Ater nel 2016". Un incremento percentuale che per l'assessore si traduce in "dieci per cento in più di famiglie con una casa adatta ai propri livelli di reddito, dieci per cento in più di patrimonio edilizio recuperato ai fini abitativi".

Complessivamente la rigenerazione del patrimonio edilizio e le politiche abitative hanno portato all'erogazione di 717 milioni di euro. Tra gli obiettivi raggiunti in questa legislatura l'assessore ha indicato, inoltre, le direttive vincolanti in materia di lavori pubblici che hanno messo al centro le imprese del territorio, semplificando le procedure di settore; lo stop impresso al consumo di suolo con il divieto di istituire nuove zone industriali e commerciali; gli interventi di demolizione di edifici industriali dismessi nei centri storici. Per il riuso dei centri storici sono stati investiti 31,5 milioni di euro, mentre 259 milioni di euro sono andati al sostegno per la prima casa, con 30 sportelli casa aperti a servizio dei cittadini. In tema di edilizia scolastica la programmazione ha permesso di investire 220 milioni di euro per la riqualificazione energetica e strutturale delle scuole, con interventi che hanno soddisfatto tutte le richieste inoltrate dai Comuni.

"A tutto ciò ha fatto da cornice il Piano paesaggistico regionale, che introduce lo snellimento di molteplici passaggi burocratici. Strategicamente abbiamo garantito atti operativi e tempi certi per rispondere ai bisogni dei cittadini e delle imprese" ha concluso Santoro. ARC/SSA7ppd

 
alla conferenza stampa di fine anno, rilasciate a Trieste il 22 dicembre 2017