la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


14.12.2017 16:58

Ambiente: Ferriera, passo in avanti per sicurezza stabilimento

Trieste, 14 dicembre - La sicurezza dello stabilimento, il sistema di aspirazione sul campo di colata dell'altoforno, il miglioramento dello spegnimento del coke ai fini della riduzione dell'inquinamento, il rumore generato dal sistema di abbattimento dell'impianto di aspirazione della cokeria e, infine, la quantità di depositi a parco del coke.

Questi i temi affrontati nel corso dell'incontro che si è tenuto oggi a Trieste tra i presidenti del Circolo Miani, Maurizio Fogar, e del Comitato Servola respira, Romano Pezzetta, e i vertici della direzione regionale Ambiente e dell'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente (Arpa). Temi sui quali la direzione e la stessa Arpa si sono impegnate ad avviare una serie di approfondimenti i cui risultati verranno presentati in occasione di un prossimo confronto.

Questa, infatti, è la metodologia intrapresa, quella di un dialogo attraverso il quale sviluppare gli argomenti relativi alla questione ambientale legata all'attività della Ferriera di Servola. Più specificatamente, acquisire ulteriori elementi informativi per effettuare le eventuali verifiche: così Regione e Arpa si pongono di fronte alle questioni rilevate dalle due associazioni di cittadini.

In primo luogo è emerso il significativo passo in avanti compiuto negli ultimi anni sul tema della sicurezza degli impianti ai fini della prevenzione dei rischi di incidente rilevante (legge Seveso). Come è stato spiegato da Arpa, l'entrata in vigore dei regolamenti comunitari Reach e Clp e la conseguente riqualificazione delle sostanze, tra cui il catrame, ha favorito un maggiore presidio da parte degli organismi di controllo attraverso la validazione del rapporto di sicurezza e due visite ispettive (nel 2016 e nel 2017), svolte congiuntamente da Arpa, assieme al Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, e all'Inail.

A seguito di ciò l'impianto è stato riclassificato a soglia superiore, con l'obbligo della redazione del rapporto di sicurezza, che permetterà alla Prefettura, per la prima volta, l'approvazione nelle prossime settimane del piano di emergenza esterno.

Anticipando poi quelli che saranno gli approfondimenti sul sistema di aspirazione del campo di colata dell'altoforno, da parte di Arpa è stata sottolineata la rilevanza dei lavori eseguiti negli ultimi due mesi sulla camera di colata.

Inoltre, sul fronte della salute, è stato ricordato il lavoro portato avanti dalla Regione, assieme all'istituto superiore di Sanità, per quel che riguarda gli studi epidemiologici sulla popolazione di Servola, relativamente all'esposizione a sostanze inquinanti. Grazie a questa attività sarà possibile valutare gli eventuali impatti sanitari, generati non solo dall'impianto industriale, sui residenti.

Infine, su sollecitazione di Fogar e Pezzetta, è stato spiegato che, a seguito della diffida inviata lo scorso giugno dalla direzione regionale Ambiente ad Acciaierie Arvedi Spa per l'abbassamento della produzione, affinché le polveri rientrassero nei valori obiettivo previsti dal decreto di autorizzazione integrata ambientale (Aia) del 2016, la Regione ha eseguito, tramite Arpa, in maniera puntuale tutte le verifiche previste. ARC/GG/fc