la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


08.11.2017 16:10

Welfare: Serracchiani, CrossCare rafforza cooperazione con Slo

Trieste, 8 novembre - "Questo progetto ha il merito di rispondere al cambiamento demografico che sta attraversando la nostra società e di integrarsi armonicamente alla riforma della sanità regionale".

Lo ha detto oggi a Trieste la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, intervenendo alla presentazione del progetto CrossCare realizzato nell'ambito del programma Interreg Italia Slovenia 2014-20 e finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale.

CrossCare persegue l'obiettivo di affrontare le sfide relative all'invecchiamento della popolazione in considerazione dei risvolti economici e agli squilibri dei servizi legati all'inclusione sociale e ai sistemi di welfare nell'area transfrontaliera. La strategia è quella di rafforzare la capacità di cooperazione istituzionale delle autorità pubbliche e degli operatori dei servizi sociosanitari dedicati alla cura dell'anziano, sia pubblici che privati, e pianificare soluzioni congiunte per affrontare le conseguenze del cambiamento demografico in atto.

Nel dettaglio, una delle azioni previste dal progetto è la realizzazione di punti di servizio rivolti agli anziani ed alle loro famiglie all'interno delle case di riposo che saranno al contempo aperte al territorio, con lo scopo di favorire la presa in carico delle persone, familiari compresi, in maniera personalizzata e continuativa, sia a livello regionale che transfrontaliero.

Tornando all'innesto del progetto all'interno della sanità riformata del Friuli Venezia Giulia, Serracchiani ha sottolineato come CrossCare colga le opportunità offerte nell'ambito degli investimenti, in particolare quelli sulla formazione multidisciplinare rivolta agli operatori e agli stessi familiari e sulla personalizzazione dell'assistenza.

Inoltre, la presidente Fvg ha ricordato il processo di riclassificazione delle case di riposo avviato dall'Amministrazione regionale per rispondere alle esigenze degli utenti, in gran parte non autosufficienti, e a quelle di chi lavora all'interno delle strutture.

Infine, Serracchiani ha rimarcato la valenza internazionale del progetto che vede il Friuli Venezia Giulia, assieme al Veneto, cooperare con la Slovenia, a conferma del rafforzamento avviato in questi anni dei rapporti tra la Regione e la vicina repubblica.

Da parte sua il rappresentante del ministero del Welfare della Slovenia, Ales Kenda, che ha spiegato le finalità del progetto insieme alla presidente della cooperativa sociale Itaca, Orietta Antonini, ha affermato che anche in Slovenia si registra il progressivo invecchiamento della popolazione e "questi cambiamenti demografici richiedono delle risposte efficaci da parte delle istituzioni. Soluzioni che partono dal livello statale e arrivano fino al sostegno diretto ai familiari nelle situazioni di cura domiciliare".

In questo contesto Kenda ha ribadito il ruolo essenziale svolto dai centri diurni, che rappresentano un punto di sintesi tra la rete dei servizi residenziali e la famiglia.

Il rappresentante del ministero sloveno ha poi evidenziato il dato che vede la Slovenia come una delle nazioni europee con la maggior presenza di popolazione anziana: a tutt'oggi si registrano 250 persone ultracentenarie, un numero dieci volte superiore rispetto a soli 25 anni fa.

Il progetto Croscare è guidato dalla cooperativa sociale Itaca (ente capofila), in partenariato con l'asp Itis di Trieste, la residenza per anziani Giuseppe Francescon di Portogruaro (Ve), la casa costiera del pensionato Capodistria, la società Deos di Lubiana e l'istituto nazionale sloveno per il welfare. Tra i partner associati, oltre alle Regioni Fvg e Veneto, sono presenti i ministeri della Salute e del welfare della Slovenia, la residenza protetta per anziani di Sacile, l'azienda assistenziale sanitaria n.5 Friuli Occidentale, l'azienda unità locale socio sanitaria n.4 Veneto Orientale e la Ccsa della sanità di Capodistria. ARC/GG/fc

 
a margine della presentazione del progetto "CrossCare", rilasciate a Trieste l'8 novembre 2017
a margine della presentazione del progetto "CrossCare", rilasciate a Trieste l'8 novembre 2017 (in sloveno)
a margine della presentazione del progetto "CrossCare", rilasciate a Trieste l'8 novembre 2017 (traduzione in italiano)