la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


06.11.2017 17:47

Grande Guerra: Serracchiani, memoriale Pradis trasmette valori

Clauzetto (Pn), 6 novembre - I bisogni degli anziani, in particolare quelli dei non autosufficienti, e l'importanza della memoria storica da tramandare soprattutto alle nuove generazioni sono stati due dei temi al centro delle odierne visite della presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, alla casa di riposo Fondazione Giacomo Fabricio e al memoriale della battaglia di Pradis a Clauzetto.


Accompagnata dalla direttrice della casa di riposo, Lara Rigotti e dal parroco della comunità, Italo Gerometta, assieme al sindaco di Clauzetto, Flavio Del Missier, e a parte della Giunta comunale, Serracchiani ha potuto apprezzare la modernità dell'edificio interessato da una riqualificazione e da un adeguamento che potrà renderlo adatto ad accogliere fino a 25 ospiti non autosufficienti.

"Una struttura recentemente ristrutturata anche grazie ai fondi regionali - ha affermato la presidente - che risponde alle esigenze di non istituzionalizzare gli anziani soprattutto se non autosufficienti ma di accoglierli in strutture piccole come quella di Clauzetto che possono rispondere alle loro necessità".

Nel corso della visita, inoltre, è stata ricordata la storia dell'edificio che ospita la casa di riposo, donato alla parrocchia negli anni Cinquanta dal benefattore Giacomo Fabricio per istituirvi un asilo infantile e ora messo al servizio degli anziani.

La casa di riposo, che oggi ospita 11 persone non autosufficienti e 14 autosufficienti, grazie ad un intervento sostenuto nel 2013 dall'amministrazione regionale con un contributo di 1,9 milioni di euro, è adeguata sotto il profilo della sicurezza, dell'isolamento termico e acustico, delle barriere architettoniche e della prevenzione incendi.

La presidente della Regione si è poi recata nella sala polifunzionale di Clauzetto per vedere la mostra sul memoriale della battaglia di Pradis in ricordo dei caduti che persero la vita tra il 5 e il 6 novembre 1917 quando l'esercito italiano tentò di bloccare l'avanzata austro-germanica dopo la disfatta di Caporetto.

"Questo memoriale è stato inaugurato dagli allievi degli istituti comprensivi di Travesio, Majano e Forgaria che hanno ricordato i nomi ritrovati dei caduti che in queste zone hanno perso la vita", ha evidenziato Serracchiani, sottolineando l'importanza di tenere viva la memoria di questi luoghi.

"Questa memoria - ha precisato - deve essere attualizzata affinché i valori che allora spinsero i soldati a combattere per difendere la Patria siano trasmessi alle nuove generazioni che oggi si trovano ad affrontare il rischio di frammentazione della nostra Europa che, invece, deve restare unita". ARC/LP/fc

 
a margine delle visite alla casa di riposo Fondazione Giacomo Fabricio e al memoriale della battaglia di Pradis, rilasciate a Clauzetto il 6 novembre 2017