la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


20.10.2017 15:14

Cooperazione: Bolzonello, modello che risponde a bisogni società

Udine, 20 ottobre - "Continuare a dare risposte ai bisogni economici, sociali e culturali delle persone e ad intercettare, all'interno del mondo economico e sociale, le nuove sfide in una società che sta mutando rapidamente".

È questo il futuro della cooperazione secondo il vicepresidente della Regione, Sergio Bolzonello, intervenuto oggi a Udine alla celebrazione dei 50 anni di Legacoop Fvg.

"La cooperazione ha saputo intercettare nel tempo i grandi cambiamenti della società e anche oggi, in un contesto pervaso dalla tecnologia e dall'individualismo, ha tutti i requisiti per rappresentare ancora un modello in grado di dare risposte ai bisogni delle persone in quanto sempre riuscita a farlo e potrà continuare ma - ha sottolineato il vicepresidente - sarà importante affrontare alcuni temi, fra questi quello della vigilanza".

Per Bolzonello la cooperazione, come dimostrano i dati, "è uno dei sistemi più significativi del nostro Paese e può esercitare ancora un grande ruolo nel panorama economico e sociale all'interno di un modello plurimo".

Il vicepresidente si è confrontato nella tavola rotonda su "Cooperazione in Fvg: i prossimi 5.0 anni" con i consiglieri regionali Riccardo Riccardi (Forza Italia), Andrea Ussai (5 Stelle) e Massimiliano Pozzo, segretario provinciale di Udine Articolo Uno-MDP. Il dibattito ha affrontato l'attualità e si è interrogato sugli sviluppi futuri del modello societario proposto dalla cooperazione, oltre che sulla capacità dello stesso di rappresentare un'opportunità per affrontare anche casi di crisi aziendali per i quali Bolzonello ha sottolineato la necessità di avere un chiaro progetto industriale.

Il presidente di Legacoop Fvg, Enzo Gasparutti, ha tracciato le tappe fondamentali dell'associazione a partire dalla costituzione del Comitato regionale della Lega nazionale delle Cooperative e Mutue che verrà poi denominata Legacoop Fvg.

Infine, Bolzonello ha espresso l'augurio che "la cooperazione sappia ritrovare una centralità foriera di nuove idee e di innovazione, di capacità di leggere i percorsi di una società che sta mutando in modo molto veloce". ARC/COM/RED/fc