la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


13.10.2017 13:38

Imprese: Bolzonello, 1,2 mln euro per promozione pmi all'estero

Trieste, 13 ottobre - La Giunta regionale, su proposta del vicepresidente Sergio Bolzonello, ha deliberato il riparto su base provinciale delle risorse disponibili a bilancio pari a 500.000 euro destinate alla concessione di contributi a fondo perduto alle piccole e medie imprese regionali per l'attuazione di programmi pluriennali di promozione all'estero.

In proporzione alla ripartizione provinciale delle imprese iscritte al Registro delle imprese ed attive alla data del 31 dicembre 2016, a Gorizia spettano 49.632,88 euro, a Pordenone 130.762,38, a Trieste 77.474,77 e a Udine 242.129,97.

A questa suddivisione, si aggiungono, in base a una specifica disposizione della legge di Assestamento 2017, 710.000 euro sempre ripartiti su base provinciale: 81.633,12 euro a Gorizia, 113.903,13 a Pordenone, 124.854,25 a Trieste e 389.609,50 a Udine.

Utilizzando lo specifico bando, pubblicato sul sito web della Regione, sarà possibile presentare domanda alle Camere di commercio territorialmente competenti per la concessione dei contributi dal 25 ottobre 2017 al 19 dicembre 2017.

I beneficiari saranno le pmi con sede legale e/o operativa nel territorio regionale dove svolgono attività industriali o di servizio. Gli incentivi saranno concessi per l'attuazione di programmi, di durata non inferiore a due anni, che comprendono un complesso organico di iniziative, dirette all'inserimento o al consolidamento della presenza sui mercati esteri della pmi beneficiaria, con riferimento all'attività economica esercitata in Friuli Venezia Giulia.

Nell'ambito dei suddetti programmi, sono ammissibili le iniziative per la partecipazione a fiere e mostre e la promozione relativa a tale partecipazione, nonché per la realizzazione di consulenze e studi di mercato.

L'intensità massima dell'incentivo sarà pari al 50 per cento della spesa ammissibile, con un importo massimo di 150.000 euro. La gestione dei procedimenti amministrativi spetta alle Camere di commercio, con procedura a bando, in applicazione di specifici criteri valutativi, tra cui il livello qualitativo del programma e l'impatto del programma in termini di potenziale di sviluppo economico. Punteggi addizionali saranno attribuiti ai programmi che prevedono all'inserimento o al consolidamento della presenza in mercati esterni all'Unione europea e, in particolari, nelle economie emergenti (Federazione russa, Repubblica popolare cinese, Repubblica dell'India, Repubblica Federativa del Brasile, Repubblica del Kazakistan e Repubblica islamica dell'Iran)

I progetti pluriennali di promozione all'estero devono essere realizzati e rendicontati entro il termine massimo di 4 anni dalla data di ricevimento della comunicazione della concessione dell'incentivo.

ARC/COM/fc