la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


07.10.2017 09:25

Comuni: Panontin, nuove modalità scelta revisori conti in Fvg

Trieste, 7 ottobre - Cambiano le modalità di scelta dei revisori dei conti nei Comuni del Friuli Venezia Giulia all'insegna della trasparenza e collaborazione istituzionale.


La nuova formula, infatti, si compone di due fasi: il sorteggio di tre nominativi attraverso una procedura informatizzata, attivata a tale scopo, e la scelta del revisore da parte del Comune all'interno della rosa dei sorteggiati.

A Udine sono stati effettuati i primi quattro sorteggi con beneficiari i Comuni di Lauco, Mereto di Tomba, Muzzana del Turgnano e Savogna.

"Il nuovo procedimento di nomina del revisore - ha spiegato l'assessore regionale alle Autonomie locali, Paolo Panontin - coniuga l'esigenza di imparzialità e trasparenza, garantita dal sorteggio, con la responsabilità attribuita agli amministratori locali della decisione finale nella scelta del proprio revisore all'interno della terna estratta".

Si tratta di un momento fondamentale per l'attuazione della nuova disciplina regionale in materia di revisori degli enti locali del Friuli Venezia Giulia, introdotta con la legge regionale sulla finanza locale 18/2015.

La disciplina prevede l'istituzione di un elenco regionale dei revisori dei conti, operativo dal 1 settembre 2017, una specifica formazione da parte dei professionisti per poter essere iscritti nell'elenco regionale, nonché un nuovo procedimento di nomina del revisore da parte dell'ente locale.

Le operazioni del primo sorteggio costituiscono un'ulteriore tappa del percorso di riforma in materia, raggiunto grazie alla proficua collaborazione tra la Regione, i quattro Ordini dei commercialisti e degli esperti contabili e la sezione regionale dell'Associazione nazionale certificatori e revisori degli enti locali.

Uno degli aspetti innovativi e caratterizzanti la nuova disciplina e proprio l'aver voluto dare forza decisiva alla formazione e preparazione dei revisori, richiedendo un numero di crediti formativi notevolmente superiore a quello previsto a livello nazionale in modo da garantire una qualità e una professionalità idonee alle sfide attuali che gli enti locali devono affrontare. Anche il presidente dell'Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili di Udine, Alberto Maria Camillotti, ha espresso il proprio apprezzamento, a nome di tutti quattro gli Ordini territoriali del Friuli Venezia Giulia per l'avvio di questa nuova procedura.

"Abbiamo lavorato molto di concerto con la Regione - ha evidenziato Camillotti - per riformare la norma che regola la revisione degli enti locali e per arrivare a questo momento: l'estrazione di oggi è la conclusione del percorso intrapreso ed è altresì l'inizio del nuovo corso che prevede una maggiore trasparenza nelle nomine, pur lasciando la discrezionalità della scelta (fra i nominativi sorteggiati) all'ente. Abbiamo anche voluto alzare l'asticella della formazione - ha concluso il presidente dell'ordine friulano - perché siamo convinti che una preparazione adeguata e specialistica dei colleghi debba essere condizione imprescindibile per svolgere il ruolo di controllo sui conti pubblici degli enti".

ARC/COM/fc