la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


06.10.2017 12:18

Territorio: Santoro, ok bando Psr sostegno investimenti ambiente

Trieste, 6 ottobre - La Giunta regionale ha approvato il bando della misura del Piano di sviluppo rurale che prevede il sostegno a investimenti aziendali non produttivi che, però, abbiano come scopo lo sviluppo sostenibile dell'attività agricola, agroalimentare e forestale e il contenimento dello spopolamento e del degrado di aree rurali e montane.

Si tratta di investimenti che possono essere realizzati esclusivamente su terreni agricoli ma che non danno luogo ad alcun aumento significativo del valore o della redditività dell'azienda agricola o forestale. I beneficiari del bando sono agricoltori singoli e associati, gestori del territorio pubblici e privati ed enti pubblici territoriali.

"Il bando - spiega l'assessore al Territorio, Mariagrazia Santoro - si inserisce nella più ampia ottica della tutela del territorio, prevedendo azioni di manutenzione e ripristino per il miglioramento complessivo dell'ambiente".

I fondi del Psr messi a disposizione di questa misura sono di un milione di euro e serviranno, nello specifico, a finanziare tre operazioni: la realizzazione o il ripristino di bordure arboree o arbustive con la funzione di corridoi ecologici o frangivento, anche con l'utilizzo di specie cosiddette mellifere, in grado di attirare le api; la realizzazione di ambienti misti macchia-radura e il ripristino di ecotoni, ovvero zone di transizione tra aree omogenee di rilevante interesse ambientale caratterizzate da elevata biodiversità; la realizzazione di pozze d'acqua e laghetti, anche temporanei, unitamente a una fascia di rispetto con funzione di abbeveratoio o di tutela dell'avifauna e di altre specie animali di interesse comunitario.

Il sostegno è erogato in conto capitale applicando al costo ritenuto ammissibile un'aliquota pari al 100%. Il costo minimo ammissibile a sostegno è di 5mila euro, il massimo è pari a 200mila euro. Le operazioni devono essere concluse e rendicontate entro il termine massimo di 24 mesi dalla data del provvedimento di concessione.

La delibera dispone anche la ripartizione finanziaria del budget assegnato tra i vari interventi, stabilisce i casi specifici di riduzione e esclusione dal sostegno e i criteri di assegnazione dei punteggi per la valutazione ai fini della compilazione della graduatoria, qualora il budget complessivo a disposizione della misura non fosse sufficiente a coprire le domande pervenute.

La domanda di sostegno, compilata e sottoscritta con firma digitale, va trasmessa entro 90 giorni dal giorno successivo alla data di pubblicazione sul Bur del bando, in formato elettronico sul portale del Sistema informativo agricolo nazionale (Sian - www.sian.it). Per informazioni sono a disposizione gli uffici del Servizio regionale biodiversità e paesaggio (0432-555660). ARC/EP/fc