la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


21.09.2017 11:50

Trieste Next: Panariti, da mare sfide più importanti per umanità

Trieste, 21 set - È incentrata sul mare la sesta edizione di Trieste Next, il festival della ricerca applicata che è stato inaugurato oggi in Piazza Unità d'Italia con una breve cerimonia a cui hanno preso parte, oltre a diverse autorità regionali e cittadine, i rappresentanti delle molte istituzioni scientifiche che hanno sede nel capoluogo giuliano.

"Il mare - ha detto l'assessore a Università e Ricerca del Friuli Venezia Giulia, Loredana Panariti - è importantissimo per la città di Trieste, soprattutto alla luce delle novità che riguardano l'ambito portuale, ma è altresì un elemento fondamentale per tutto il pianeta, sia per ciò che offre agli studiosi e agli esploratori sia perché rappresenta le sfide più importanti che impegnano l'essere umano, quest'ultimo chiamato a mettere in relazione la scienza, la difesa dell'ambiente e la necessità di allargare il benessere a tutte le popolazioni della terra".

Un'edizione di Next, dunque, che propone una doppia riflessione, locale e globale, con la scienza che è per Panariti "lo strumento da cui partire".

Un concetto condiviso anche dal rettore dell'Università di Trieste, Maurizio Fermeglia, che ha invitato la città a essere più consapevole della ricchezza scientifica di cui gode.

Tra i presenti al taglio del nastro, il sindaco Roberto Dipiazza, il prefetto Annapaola Porzio, il direttore di Trieste Next, Antonio Maconi, il presidente di AREA Science Park, Sergio Paoletti, la presidente dell'Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale, Maria Cristina Pedicchio, e il direttore della Sissa, la Scuola internazionale superiore di studi avanzati di Trieste, Stefano Ruffo.

Nell'ambito di Trieste Next, nel tratto di mare antistante piazza Unità d'Italia è stata ormeggiata l'Ogs Explora, la nave da ricerca con capacità oceanica.

L'evento scientifico si concluderà sabato 23 settembre proponendo nei diversi stand allestiti in piazza un fitto programma di dimostrazioni pratiche, dibattiti, convegni, iniziative per le scuole e lectio magistralis di ricercatori italiani e stranieri. ARC/PV/fc