la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


19.09.2017 14:08

Dragaggi: Santoro, investiti 33 mln euro su vie navigabili

Lignano Sabbiadoro (Ud), 19 settembre - Le risorse regionali a favore di interventi completati, in corso di realizzazione e programmati per il prossimo anno sulle vie d'acqua navigabili ammontano ad oltre 33 milioni di euro.

Lo ha comunicato, oggi a Lignano Sabbiadoro, l'assessore regionale al Territorio, Mariagrazia Santoro, durante l'assemblea dei soci di Fvg Marinas, la rete di imprese che riunisce sotto un'unica insegna i principali Marina del Friuli Venezia Giulia per promuovere l'offerta turistica legata alla nautica regionale attraverso iniziative dedicate ai diportisti. Santoro, che si è confrontata con i rappresentanti dei diversi Marina, ha illustrato un sintetico bilancio dei lavori conclusi e di quelli in programma. "Abbiamo garantito - ha affermato Santoro - risorse importanti alle vie d'acqua navigabili e al tema dei dragaggi, con un impegno che ha riguardato dapprima la risoluzione delle emergenze fino a giungere ad interventi programmati e pluriennali come nel caso di Lignano e della foce del Tagliamento". Fra i lavori compiuti, Santoro ha ricordato, ad esempio, che per le opere di dragaggio dei fondali del canale di accesso al porto di Lignano, il loro refluimento sulla spiaggia e la manutenzione dei fondali del tratto terminale del fiume Tagliamento, si è passati da interventi annuali ad una programmazione ordinaria con contratti biennali che, per gli anni 2018-19, "avranno un valore complessivo di 2,6 milioni di euro già stanziati. Per queste fondamentali operazioni abbiamo investito, Porto Casoni incluso, circa 4 milioni di euro". Oltre 1 milione di euro, invece, è stato l'importo destinato al dragaggio del canale Coron che ha consentito il rilancio di Aprilia Marittima, mentre i finanziamenti regionali per la sistemazione dei canali di accesso al porto di Marano Lagunare hanno raggiunto quota 600mila euro. Le risorse dedicate a Grado, a Porto Mandracchio e alla sistemazione del canale di Barbana sono state invece 3,8 milioni di euro. "È terminato a maggio - ha precisato Santoro - il lavoro di dragaggio del canale di accesso al Villaggio del Pescatore e al comprensorio del canale Est-Ovest in zona Lisert di Monfalcone dal valore di 1,2 milioni di euro, delegato al Consorzio industriale di Monfalcone, ed è in corso di sviluppo la progettazione per realizzare l'intervento di manutenzione del canale Valentinis, sempre a Monfalcone".

Entro la fine di settembre, ha informato ancora Santoro, saranno completati i lavori di dragaggio del canale Tajada, ad Aquileia, dove attualmente è aperto un cantiere da 200mila euro per dragare 18mila metri cubi di materiale e consegnare un canale largo 13 metri e con una profondità minima di 2,70 metri.

"Per il fiume Natissa - ha chiarito l'esponente della Giunta regionale - contiamo di iniziare i lavori nel 2018 e concluderli in primavera con una spesa di circa 3 milioni di euro". "Stiamo concludendo gli interventi nei luoghi che presentano ancora delle criticità - ha spiegato Santoro, sottolineando l'impegno della Regione a favore dei dragaggi - e questo ci permette di stendere un programma operativo di manutenzione per passare dall'emergenza all'ordinario che consentirà di mettere gli operatori nelle migliori condizioni possibili per svolgere le proprie attività. Con questa consapevolezza abbiamo costruito un sistema in cui ognuno fa la propria parte e attraverso importanti risorse consente agli operatori di svolgere il proprio lavoro". "Il turismo è un asse fondamentale per la nostra regione - ha aggiunto l'assessore regionale - e noi vogliamo essere un partner efficace affinché questo sistema continui a crescere e diventi più solido, partendo dalla manutenzione delle vie d'acqua per arrivare alla rete stradale vera e propria passando per la rete della mobilità sostenibile con le ciclovie". Su quest'ultimo tema, l'assessore ha citato l'inserimento della ciclabile Trieste-Lignano-Venezia nel sistema nazionale integrato dei trasporti che permetterà di accedere ai fondi statali per coprire gli interventi di completamento della tratta. ARC/LP/fc