la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


14.09.2017 14:27

Ambiente: Vito, firmato protocollo con Comuni per geoparco del Carso

Trieste, 14 settembre - E' stato siglato oggi a Trieste il Protocollo d'intesa per l'istituzione di un geoparco sul territorio del Carso classico italiano, che vede tra i sottoscrittori la Regione Friuli Venezia Giulia e i Comuni di Doberdò del Lago, Duino Aurisina, Fogliano Redipuglia, Monfalcone, Monrupino, Ronchi dei Legionari, Sagrado, San Dorligo della Valle - Dolina, San Pier d'Isonzo, Savogna d'Isonzo, Sgonico e Trieste.

Come ha spiegato l'assessore regionale all'Ambiente, Sara Vito, con questa firma gli Enti locali danno mandato alla Regione di redigere la proposta dell'Atto di istituzione del geoparco regionale, che definirà in modo dettagliato i confini dell'area interessata, gli orientamenti di sviluppo e di tutela locale, oltre che gli aspetti finanziari della gestione.

La prospettiva prefigurata nel documento è di ampiezza internazionale: all'articolo 6 è prevista infatti la partenrship della Regione per il geoparco transfrontaliero con il Comune di Sezana, rappresentante dei cinque Municipi della parte di Carso slovena.

"L'obiettivo - ha spiegato l'assessore - è quello di entrare nella rete mondiale dei geoparchi sotto il patrocinio Unesco. Un percorso che vede il territorio unito per far conoscere al mondo il nostro Carso Classico, oltre che per valorizzare l'ambiente e generare delle ricadute positive in termini di sviluppo sostenibile, realizzando al contempo un grande progetto di educazione ambientale rivolto ai più giovani".

In tal senso, come ha sottolineato la stessa Vito, ci sono degli esempi significativi e virtuosi, come quello di Arouca, in Portogallo, dove dal 2009, anno di adesione alla rete, in cinque anni i visitatori sono aumentati del 20 per cento e il turismo studentesco ha registrato l'arrivo di 30 mila ragazzi.

Il geoparco riconosciuto a livello internazionale, infatti, è un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare ed è dotato di una strategia di sviluppo sostenibile. Altro requisito necessario è quello di avere una dimensione sufficiente a consentire una crescita economica efficace dell'intero comprensorio.

Ad oggi questa rete mondiale comprende oltre 130 geoparchi, di cui 10 in Italia e 2 nella vicina Slovenia, mentre quelli transfrontalieri sono solo 4. Da qui, come ha rilevato l'assessore, la straordinaria opportunità per il Friuli Venezia Giulia di varare il progetto internazionale con Sezana.

"Una parte sostanziale del percorso - ha sottolineato l'assessore - è stata anche l'adozione della legge regionale 15 del 2016, finalizzata a valorizzare le geodiversità, il patrimonio geologico e speleologico e le aree carsiche. Una norma che ha messo mano al settore dopo un lungo periodo di immobilismo. Anche in quell'occasione il risultato è stato conseguito grazie al confronto e alla collaborazione con tutti i portatori di interesse".

Presenti tra gli altri alla cerimonia della firma, oltre all'assessore Vito, anche l'assessore all'Ambiente del Comune di Trieste, Luisa Polli, e i sindaci Alenka Florenin (Savogna d'Isonzo), Monika Hrovatin (Sgonico), Fabio Vizintin (Doberdò del Lago) e Sandy Klun (San Dorligo della Valle - Dolina). ARC/GG

 
a margine della firma del Protocollo d'intesa per l'istituzione del Geoparco Carso-Kras, rilasciate a Trieste il 14 settembre 2017