la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


11.09.2017 15:27

Edilizia scolastica: Santoro, scuole sicure per il nuovo anno

Udine, 11 settembre - "Al nuovo avvio dell'anno scolastico sono molte le scuole della regione che aprono i battenti con edifici completamente rinnovati". Lo ha ricordato l'assessore regionale alle Infrastrutture e territorio, Mariagrazia Santoro, che oggi ha preso parte all'inaugurazione dell'anno scolastico in alcune scuole dell'area udinese, in particolare a Majano, Ragogna e Codroipo, aprendo una serie di visite che proseguirà domani nel complesso scolastico di Tavagnacco.

A Majano l'assessore è stata ospite della cerimonia di apertura dell'anno scolastico nel plesso rinnovato di via Schiratti, dove hanno sede la scuola dell'infanzia, la scuola primaria e la secondaria di primo grado.

"Majano è uno dei simboli dei cantieri di edilizia scolastica aperti in questi anni" ha sottolineato Santoro, ricordando che "la Regione ha svolto il fondamentale ruolo di affiancamento ai Comuni nelle procedure per realizzare i lavori, che qui sono stati resi possibili grazie a quasi 5 milioni di euro di contributi acquisiti da fondi regionali, statali od europei". Il Comune di Majano ha infatti ottenuto 1.444.086 dal "decreto del Fare" del 2013 per i lavori di prevenzione incendi nel Centro studi; altri 87.000 euro sono giunti da fondi regionali per lavori urgenti nella palestra scolastica e 380.000 euro, sempre da fondi regionali, per la ristrutturazione e l'ampliamento della scuola materna. A questi contributi si aggiungono 1,4 milioni per la scuola dell'infanzia e 1,35 milioni di fondi europei da destinare all'efficientamento energetico.

"Majano porta l'eredità di una pesante storia di terremoto e di ricostruzione", ha ricordato ancora Santoro. "per questo c'è piena consapevolezza che non si debba mai abbassare la guardia ma mettere a frutto le migliori conoscenze tecniche di cui disponiamo nel settore della prevenzione antisismica". Il sindaco di Majano, Raffaella Paladin, ha assicurato che nei prossimi mesi verranno completate le opere nella scuola dell'infanzia ed ha ringraziato la Regione per l'attenzione data all'edilizia scolastica. All'inaugurazione erano presenti anche il consigliere regionale Enio Agnola, il dirigente scolastico Maurizio Driol, la presidente del Consiglio d'istituto, Silvia Contardo, una delegazione del consiglio comunale dei ragazzi e la banda municipale.

L'assessore ha fatto visita anche al centro studi di Ragogna dove sono stati da poco completati i lavori di efficientamento energetico della scuola secondaria di primo grado per un importo di circa 400.000 euro. Le opere hanno compreso il rifacimento di tutti i controsoffitti, resi anche antisismici, la sostituzione dei serramenti e la realizzazione del cappotto esterno. Il Comune ha provveduto inoltre, con fondi propri, alla ritinteggiatura dei locali interni. Il sindaco di Ragogna, Alma Concil, e la dirigente scolastica, Elisabetta Zanella, hanno evidenziato la stretta sinergia tra istituzioni locali e regionali che ha consentito di completare i lavori in tempo per l'inaugurazione del nuovo anno scolastico.

Al termine della mattinata Santoro ha partecipato all'inaugurazione del nuovo edificio della scuola secondaria "Bianchi" di Codroipo, mentre domani sarà presente a Tavagnacco. La capacità di ottenere risorse pubbliche per opere collettive, il lavoro di squadra tra istituzioni per accelerare gli iter burocratici così da giungere all'apertura dei cantieri e al completamento dei lavori in tempi rapidi sono esempi da cui Santoro ha preso spunto per spronare, nelle varie scuole, gli alunni a "non abbassare mai le proprie pretese, perché nulla è impossibile davanti alla volontà di conquistarlo". ARC/SSA/ppd