la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


08.04.2016 16:26

PARI OPPORTUNITA': PANARITI FARE RETE E CONDIVIDERE BUONE PRATICHE

Udine, 8 aprile - Fare rete e condividere le buone pratiche in tema di valorizzazione delle diversità. È stato questo uno dei concetti espressi dall'assessore regionale al Lavoro e alle Pari Opportunità del Friuli Venezia Giulia Loredana Panariti intervenuta oggi a Udine all'evento conclusivo del Progetto Coo-genya di Legacoop FVG, finanziato dalla Regione e volto a monitorare e condividere buone pratiche e strumenti per favorire le pari opportunità e la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro implementando forme di flessibilità.

Accanto alle azioni portate avanti dalla Regione illustrate dall'assessore e che coinvolgono il sistema del Lavoro, della Formazione e delle Politiche giovanili sui temi dell'incontro, Panariti ha evidenziato la necessità di rafforzare le relazioni con le imprese per trovare, anche per quelle di piccole dimensioni, il modo di valorizzare la presenza femminile al loro interno. A questo si aggiunge "l'esigenza di mettere in condivisione le buone pratiche già in essere in alcune aziende del nostro territorio e fare rete" ha affermato.

"Per le grandi imprese - ha detto Panariti - è più facile attuare una politica di valorizzazione delle diversità, mentre in un contesto di piccole e medie imprese, com'è il nostro, questo è più faticoso, dunque bisogna proseguire sulla strada intrapresa combattendo delle resistenze che esistono".

Durante l'incontro è stata presentata la ricerca dell'Istituto di Ricerche Economiche e Sociali (IRES) del FVG condotta sulle differenze di genere nelle cooperative che ha evidenziato come, anche nelle 31 imprese di Legacoop FVG che hanno risposto al questionario inviato a tutte le associate, esista un soffitto di cristallo (le presidenti sono il 19,3%); tuttavia tra queste è alto il numero delle vicepresidenti (54,1%), delle facenti parte dei consigli di amministrazione (41,7%) e delle occupate, pari al 60,1%.

A fronte di una netta prevalenza femminile sia nei livelli operai (ove le donne costituiscono il 68,5%), sia in quelli impiegatizi (68,6%) e tra i quadri (60,6%), il tasso di femminilizzazione tra i dirigenti si ferma al 26,5%: poco più di un dirigente su quattro è una donna.

Per Panariti un altro elemento che merita attenzione è il tema della leadership : come comandano le donne? Hanno bisogno di percorsi diversi rispetto agli uomini? Anche per approfondire questi temi, la Regione FVG finanzia il corso Donne, politica e istituzioni "al cui interno - ha spiegato Panariti - vogliamo prevedere oltre ai moduli base anche dei moduli specifici che vadano nella direzione di rafforzare competenze utili proprio all'esercizio della leadership  e alla presenza negli organismi di gestione delle aziende".

"Gli incontri organizzati nell'ambito di Coo-genya - ha detto Roberto Sesso, vicepresidente di Legacoop FVG introducendo l'incontro - hanno spaziato dal valore della diversità allo smart work  e al welfare  aziendale, e hanno portato esempi concreti e best practice  attivando un confronto aperto e costruttivo, che ha portato anche alla pubblicazione del volume Conciliazione e buone prassi cooperative. In Legacoop FVG esistono realtà nelle quali le politiche di genere e la conciliazione dei tempi vita/lavoro sono già una realtà: da qui dobbiamo partire per garantire la piena realizzazione delle pari opportunità favorendo al contempo l'innovazione".

L'appuntamento ha visto la partecipazione della vicepresidente della Cooperativa Cramars Stefania Marcoccio e della vicepresidente di Legacoop nazionale Dora Iacobelli, che ha evidenziato come Coo-genya sia ben costruito sia per la metodologia sia per gli stimoli che offre e ha sottolineato come sia particolarmente innovativo nello studio presentato oggi il fatto che la conciliazione dei tempi e la valorizzazione del lavoro femminile vengono affrontati insieme, quando solitamente sono affrontati in modo separato.

ARC/PPD/com