la Regione dalla A alla Z Chiudi

Notizie dalla Giunta


10.03.2018 14:19

Autostrade: Serracchiani, costituzione NewCo è impegno rispettato

Trieste, 10 marzo - "Impegno rispettato". Secco ed eloquente il commento della presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, anche nella veste di Commissario straordinario per l'emergenza A4, a seguito dell'approvazione ieri, da parte della Giunta regionale, degli atti propedeutici alla costituzione di una NewCo, denominata "Società Autostrade Alto Adriatico" spa, soggetto "in house" ovvero a capitale interamente pubblico, che assicuri il rinnovo senza gara della concessione sulla gestione della rete autostradale attualmente di competenza di Autovie Venete. "La Commissione europea, insieme al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e a quello dell'Economia e finanze - ricorda Serracchiani - ha chiesto che la nuova società sia interamente pubblica. Dunque è questa la direzione nella quale ci siamo mossi, prevedendo il superamento di tutte le partecipazioni private in Autovie Venete e l'avvio della NewCo. Alla firma dei documenti tra le due Regioni ci saranno dunque le condizioni per ottenere il rinnovo della concessione sulla rete autostradale da parte del Ministero dei trasporti", precisa. Rispetto all'ipotesi, a sua tempo avanzata, di un coinvolgimento di Anas, la presidente/commissario ribadisce che "dopo il coinvolgimento iniziale esclusivo delle due Regioni non è da escludere quello successivo di Anas, qualora le condizioni lo richiedessero". "Le politiche infrastrutturali - conclude Serracchiani, richiamandosi anche ai contenuti dei documenti cui la Giunta ha dato il via libera - rappresentano uno dei settori di intervento pubblico a più alto impatto sui sistemi economici regionali e costituiscono, pertanto, un'importante leva per la politica industriale". Di conseguenza "il mantenimento in mano pubblica della concessione autostradale attraverso una società in house garantisce il soddisfacimento del servizio pubblico finalizzato allo sviluppo economico dei territori, assicurando al contempo una modalità di gestione efficiente e professionalmente adeguata alla complessità di questo settore". ARC/PPD