Lo sviluppo della "zanzara tigre" passa attraverso quattro diversi stadi: uovo, larva, pupa, adulto.

Le uova vengono deposte in luoghi umidi, gli stadi larvali e di pupa sono acquatici, nello stadio adulto l'insetto è un volatore attivo.

Le femmine depongono le uova in qualsiasi tipo di oggetto che consenta la raccolta di piccole quantità di acqua (sottovasi delle piante, caditoie stradali, pozzetti di scolo dell'acqua di cortili e piazzali, pneumatici depositati all'aperto, annaffiatoi, secchi, bottiglie, barattoli, ecc.). Le uova vengono deposte poco sopra la superficie dell'acqua e sischiudono quando vengono sommerse; dalle uova fuoriescono le larve che si accrescono rapidamente divenendo soggetti adulti.

Lo sviluppo, in condizioni climatiche ottimali, è di breve durata, variabile da 5 a 15 giorni, a seconda delle condizioni di temperatura.

Le uova deposte in autunno sono in grado di sopravvivere alla stagione invernale e di schiudersi nella primavera successiva.

La femmina punge per compiere il pasto di sangue necessario a completare il ciclo biologico: lo fa anche ripetutamente sulla medesima persona e prevalentemente durante il giorno.

L'intervallo di tempo tra il pasto di sangue e la deposizione delle uova può variare da 3 a 5 giorni ed ogni femmina, dopo un singolo pasto di sangue, può deporre fino a un centinaio di uova (ma generalmente ne vengono deposte meno, tra 40 e 80). La longevità della femmina è di circa 2-3 settimane.

L'adulto vola da maggio ad ottobre ed in genere si sposta poco (fino a 100 metri), può però percorrere distanze maggiori se trasportato dal vento o da autoveicoli.