Hanno diritto ad accedere agli interventi e ai servizi del sistema integrato tutte le persone residenti nelle regione FVG e quelle presenti sul territorio della regione:

a) cittadini italiani temporaneamente presenti;
b) stranieri legalmente soggiornanti ai sensi del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 (Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero);
c) richiedenti asilo, rifugiati e apolidi;
d) minori stranieri e donne straniere in stato di gravidanza e nei sei mesi successivi alla nascita del figlio cui provvedono.
e) tutte le persone comunque presenti sul territorio della Regione che necessitano di interventi di assistenza urgenti.

 

Gli interventi e i servizi sono garantiti alle persone residenti in regione dal Comune di residenza, mentre l’assistenza alle persone presenti sul territorio è di competenza del Comune nel cui territorio si è manifestata la necessità dell’intervento. 

      
Per l’assistenza ai cittadini italiani temporaneamente presenti spetta diritto di rivalsa nei confronti del Comune di residenza.

 

L’assistenza alle persone per le quali si renda necessario il ricovero stabile presso strutture residenziali rimane di competenza del Comune nel quale esse hanno la residenza prima del ricovero.

 

Le persone di cui sopra fruiscono delle prestazioni e dei servizi del sistema integrato:

- in relazione alla valutazione professionale del bisogno e alla facoltà di scelta individuale;

- sulla base di un progetto individualizzato, finalizzato a garantire l’integrazione degli interventi e la continuità assistenziale, nonché la fruizione appropriata e condivisa delle prestazioni e dei servizi, definito d’intesa con la persona interessata ovvero con i suoi familiari, rappresentanti, tutori o amministratori di sostegno;

- attraverso forme di accesso unitario vengono garantiti dal SSC: l'informazione, l'orientamento, la valutazione multidimensionale del bisogno, la presa in carico, l'integrazione degli interventi, l'erogazione delle prestazioni, la continuità assistenziale.