Il sistema d'offerta è garantito dai Comuni singoli e associati.

Il sistema integrato fornisce risposte omogenee sul territorio regionale attraverso:

  1. misure di contrasto della povertà e di sostegno al reddito;
  2. misure per favorire la vita autonoma e la permanenza a domicilio, anche attraverso il sostegno all'assistenza familiare e l'offerta semiresidenziale e residenziale temporanea;
  3. interventi di sostegno ai minori e ai nuclei familiari;
  4. misure per il sostegno delle responsabilità familiari;
  5. misure di sostegno alle donne in difficoltà;
  6. misure per favorire l'integrazione sociale delle persone disabili;
  7. misure per favorire la valorizzazione del ruolo delle persone anziane;
  8. promozione dell'istituto dell'affido;
  9. promozione dell'amministrazione di sostegno legale di cui alla legge 9 gennaio 2004, n. 6 ;
  10. soddisfacimento delle esigenze di tutela residenziale delle persone non autonome e non  autosufficienti;
  11. sostegno socioeducativo nelle situazioni di disagio sociale;
  12. informazione e la consulenza alle persone e alle famiglie per favorire l'accesso e la fruizione dei servizi e lo sviluppo di forme di auto-mutuo aiuto.
     

 

In particolare, le competenze dei Comuni riguardano interventi connessi all'erogazione di contributi economici a soggetti singoli o associati, l'inserimento di anziani e inabili indigenti in strutture residenziali, e ulteriori competenze derivanti da disposizioni legislative nazionali e regionali per le quali non è stata prevista espressamente la forma associata.

 

Gli interventi che devono essere garantiti in ogni ambito territoriale, per i quali la legge regionale 6/2006 prevede che vi sia la forma associata e che, quindi, sono di competenza del SSC sono i seguenti:

a) servizio sociale professionale e segretariato sociale;
b) servizio di assistenza domiciliare e di inserimento sociale;
c) servizi residenziali e semiresidenziali;
d) pronto intervento sociale per le situazioni di emergenza personali e familiari;
e) interventi di assistenza economica.

 

Oltre a quanto previsto, i Comuni esercitano in forma associata le altre funzioni e i servizi attribuiti dalla normativa regionale di settore, nonché quelli ulteriori eventualmente individuati dai Comuni interessati.