Procedure e requisiti per il riconoscimento di "centro regionale per la detenzione e/o recupero".

Per il riconoscimento di “centro regionale per la detenzione e/o recupero di animali esotici, anche pericolosi”, la Regione ha stabilito alcuni requisiti minimi:

a) disponibilità di almeno 10.000 metri quadrati di terreno già adibito o da destinarsi alla struttura, ubicato in zona idonea e lontana da centri urbani;
b) strutture idonee per la detenzione degli animali esotici anche pericolosi
c) ambienti riscaldati per la detenzione di specie esotiche sensibili alle basse temperature;
c) comprovata esperienza e conoscenza degli animali esotici;
d) reperibilità (24 ore su 24) di un addetto;
e) disponibilità alla collaborazione con Enti e Università, ma non a fini sperimentali;
f) pregresse collaborazioni con organi di polizia giudiziaria per l'affido di fauna esotica anche pericolosa;
g) collaborazione da parte di un medico veterinario con esperienza nella gestione sanitaria di strutture adibite alla detenzione di animali esotici e/o pericolosi.

La Regione, compatibilmente con le proprie disponibilità, può erogare contributi per
a) adeguamento e ampliamento delle strutture;
b) mantenimento degli animali e interventi sanitari.

Destinatari dei contributi saranno strutture riconosciute, individuate tramite procedura a bando.


A seguito del Bando 2015 (Decreto 48/SEVE) è risultato vincitore il “Centro Recupero Fauna“ di San Canzian D’Isonzo (GO) quale Centro regionale per la detenzione e/o recupero di animali esotici anche pericolosi:
________________________________________________________________

Centro regionale animali esotici e/o pericolosi
via Grado 28 S. Canzian D’Isonzo (Go), località Terranova 
Per consegna animali esotici : ogni giorno dalle 08.00 alle 19.00
Per emergenze telefonare a :
Baradel Damiano al n. 338 4786312 o 0481 711574

Non visitabile dal pubblico 
________________________________________________________________