Contesto normativo di finanziamento

Finanziamento comunitario della Direzione Generale MARE (Affari Marittimi e Pesca) della Commissione Europea nell’ambito dell’Azione “Progetti sulla pianificazione dello spazio marittimo nel Mediterraneo e Mar Nero”.

Ritorna all'indice

Partenariato

Il partenariato comprende una pluralità di enti di ricerca e di soggetti istituzionali riconducibili all’area adriatico-ionica.
In particolare, la compagine organizzativa è così composta:

Partner scientifici e tecnici

- CNR - ISMAR (Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Scienze Marine), Lead partner
- OGS (Istituto di Oceanografia e Geofisica Sperimentale)
- Università IUAV (Istituto Universitario di Architettura di Venezia) - Dipartimento di Progettazione e pianificazione in ambienti complessi
- Comune di Fiume
- Centro regionale di sviluppo di Capodistria
- Conisma (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare)
- HCMR (Hellenic Centre for Marine Research)
- Università di Thessaly.


Partner istituzionali

- Regione Emilia-Romagna
- Regione Veneto
- Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
- Regione Marche
- Regione Molise
- Regione Puglia
- Regione dell’Istria
- Regione delle Isole Ionie
- Autorità portuale di Venezia.

Ritorna all'indice

Finalità dell'intervento

Il progetto prevede lo sviluppo di proposte e raccomandazioni per un processo transfrontaliero di pianificazione dello spazio marittimo (MSP - maritime spatial planning), da applicare all'interno della Macroregione Adriatico-ionica e in particolare nell’ambito di due focus area, il Nord Adriatico e il Sud Adriatico-Nord Ionio.
A tal fine, l’iniziativa si propone di effettuare una valutazione integrata complessiva di parametri ambientali e usi del mare, da svolgere mediante il coinvolgimento di partner scientifici, istituzionali, osservatori qualificati e portatori di interesse locali (stakeholders) e tramite l’i ntegrazione interdisciplinare fra aspetti ambientali, giuridici, amministrativi, economici e sociali ritenuti rilevanti ai fini delle attività di pianificazione.

Ritorna all'indice

Risorse finanziarie

Il progetto prevede un budget totale pari ad euro 1.250.000,00 con un cofinanziamento da parte dei partner previsti di euro 250.000,00; il budget della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia ammonta ad euro 25.000,00 e prevede un contributo comunitario pari ad euro 20.000, con la messa a disposizione da parte dell’Amministrazione regionale di un cofinanziamento di 5.000,00 euro.

Ritorna all'indice

Durata del progetto

10 dicembre 2013 - 9 giugno 2015

Ritorna all'indice

Ambiti tematici di riferimento

Il progetto si inserisce all’interno della Macrostrategia Adriatico-Ionica ed è fortemente ricollegato alla Maritime strategy, riguardando in particolare il settore dell’ambiente, della pianificazione territoriale e marittima e dei trasporti, ma anche gli ambiti del turismo, della pesca, della gestione dell’energia e dei beni culturali.

Ritorna all'indice

Attività del progetto

L’iniziativa si propone la puntuale ricognizione dei descrittori ambientali previsti dalla Maritime strategy e, al contempo, la mappatura complessiva degli usi del mare riconducibili ai territori di riferimento (tra questi si annoverano, a titolo esemplificativo, i settori dei trasporti, turismo, pesca, aree marine protette, energia).
A caratterizzare le attività progettuali sarà l’utilizzo dell’approccio ecosistemico. Tale prospettiva metodologica prevede una strategia integrata per la gestione delle risorse ambientali, promuovendone conservazione e uso sostenibile e sollecitando il coinvolgimento diretto e sostanziale dei portatori d’interesse locali nella gestione del territorio. In tal modo, il progetto persegue il raggiungimento di un equilibrio sostenibile, scientificamente fondato e auspicabile dal punto di vista economico-sociale, tra priorità di conservazione della natura, uso delle risorse e suddivisione dei benefici.
Proprio a questo scopo, accanto ai partner scientifici l’iniziativa coinvolge un nutrito gruppo di partner istituzionali, cui è demandata l’individuazione delle priorità per l’utilizzo dello spazio marittimo nell’ambito geografico di competenza. Allo stesso tempo, il progetto si prefigge di rendere attivamente partecipi gli stakeholders attivi nei territori di riferimento, attraverso workshops e iniziative di disseminazione.

Ritorna all'indice

Risultati attesi

L’intervento, basato sulla capitalizzazione della miglior conoscenza scientifica disponibile, si propone non già di produrre un piano dettagliato di sviluppo dei settori coinvolti, bensì di mettere a punto uno strumento di pianificazione da utilizzare in futuro per la promozione e lo sviluppo del Maritime spatial planning in area Mediterranea. In questo senso ruolo fondamentale è attribuito all’interazione fra partner accademici, istituzioni pubbliche e stakeholders.

Ritorna all'indice