Di cosa si tratta

Tutte le patenti hanno una scadenza temporale che dipende dall'età del titolare e dal tipo di patente posseduta.

La legge 29 luglio 2010, n. 120 (Disposizioni in materia di sicurezza stradale), e il decreto 8 settembre 2010 hanno modificato le precedenti normative per il rinnovo delle patenti a chi ha superato gli ottanta anni.

Gli italiani residenti o dimoranti all'estero, per un periodo di almeno sei mesi, possono rinnovare la patente di guida italiana, che sia giunta a scadenza di validità, presso le Ambasciate e i Consolati. L'autorità diplomatica-consolare rilascerà un'attestazione di rinnovo della patente sostitutiva del tagliando di convalida; riacquisita la residenza o la dimora in Italia, si dovrà riconfermare la patente. Non possono essere confermate all'estero le patenti di conducenti la cui idoneità psicofisica deve essere certificata dalle Commissioni Mediche Locali di cui all'articolo 119, comma 4, del Codice della strada.
 
Per rinnovare la patente bisogna essere in possesso della patente di guida per cui si richiede il duplicato e avere i requisiti psicofisici e morali previsti dalla legge.

In occasione di ogni rinnovo di validità verrà rilasciata una nuova patente di guida.

Ritorna all'indice

Documenti e modalità per presentare la domanda di rinnovo

Bisogna effettuare una visita medica presso uno dei medici di cui all'articolo 119 del codice della strada il quale, in seguito all'esito positivo, rilascia all'interessato una ricevuta di avvenuta conferma di validità da allegare temporaneamente alla patente di guida. La normativa di riferimento è il Codice della strada (decreto legislativo 285/1992, e sue modifiche e integrazioni, e decreto del Presidente della Repubblica 495/1992).

Ai fini dell’emissione di una nuova patente di guida l’istanza dovrà essere accompagnata da:
- un’attestazione di versamento su conto corrente postale n. 4028 di 16,00 euro a titolo di imposta di bollo per duplicato della patente;
- un’attestazione di versamento su conto corrente postale n. 9001 di 10,20 euro a titolo di diritto per il Ministero dei Trasporti
(i bollettini di conto corrente postale devono essere premarcati con codice a barre);
- una fotografia e la firma del titolare della patente.

Si evidenzia che in alcuni casi ( patente non leggibile , rinnovo antecedente a 4 mesi dalla data di scadenza , scaduta da oltre 3 anni , ecc. ) va chiesto un duplicato ( vedi procedura duplicato )

In caso di esito positivo della visita medica
e del controllo telematico, il sistema genererà automaticamente una ricevuta dell'avvenuta conferma di validità della patente di guida che verrà stampata e consegnata immediatamente all'interessato (viene apposta firma e timbro del medico che ha effettuato la visita o del presidente della Commissione medica locale).

La nuova patente di guida sarà inviata al titolare, tramite posta assicurata con spese a carico del destinatario, all’indirizzo indicato in fase di rinnovo (nel caso di domiciliazione aggiungere  "presso ..." nel campo indirizzo). Nel caso di mancato ricevimento della patente entro 15 giorni dalla visita medica, il cittadino potrà contattare, il numero verde 800 97 94 16 che fornirà tutte le informazioni riguardanti la spedizione. Il servizio e disponibile 24 ore al giorno e 7 giorni su 7 con risponditore automatico. Per parlare con un operatore, invece, si potrà contattare il numero verde 800 23 23 23 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 14.00 e dalle 14.30 alle 17.30.

In caso di ostatività non sarà possibile procedere al rinnovo mediante la nuova procedura.

La conferma di validità della patente dovrà essere richiesta all’Ufficio Motorizzazione civile della Provincia dove è stata effettuata la visita medica.
L’istanza di rinnovo dovrà essere corredata dalla stampa della "schermata" generata dal sistema informatico da cui risulta l’impossibilità di procedere al rinnovo di validità della patente secondo la procedura prevista in data 15 novembre 2013 (allegando le attestazioni di versamento di cui sopra e un’altra fotografia in formato tessera). Dovrà essere utilizzata la medesima procedura nel caso di discordanza dei dati presenti nell’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida e quelli riportati sulla patente da rinnovare.

Si consiglia di chiedere preventivamente al medico competente se risultino necessari ulteriori certificati rilasciati da altre strutture (ad esempio: certificato anamnestico rilasciato da medico di fiducia, accertamenti oculistici ecc.).

La nuova scadenza della patente coinciderà con la data di compleanno, escluse le categorie superiori.

Ritorna all'indice