I lavori di pubblica utilità
Sono impieghi occasionali in progetti territoriali di interesse generale proposti da Amministrazioni pubbliche, rivolti a persone residenti nel Friuli Venezia Giulia, disoccupate da almeno 6 mesi e senza ammortizzatori sociali o pensione assimilabile a reddito di lavoro.
Per la loro attivazione, le Amministrazioni pubbliche presentano progetti in tre specifici settori d’intervento:

1. valorizzazione di beni culturali e artistici anche mediante l’attività di salvaguardia, promozione, allestimento e custodia di mostre, musei e biblioteche;
2. custodia e vigilanza finalizzati a migliorare la fruibilità degli impianti sportivi, centri sociali, educativi o culturali gestiti dalle Amministrazioni pubbliche;
3. attività ausiliarie di tipo sociale a carattere temporaneo.  


Presso il Centro per l’impiego è possibile presentare domanda di iscrizione alle liste di disponibilità, dopo la pubblicazione di relativo avviso, una per ogni settore specifico nel periodo definito dal regolamento regionale.

 

A chi sono rivolti
I requisiti per iscriversi alle tre liste di disponibilità per lo svolgimento di attività di lavoro di pubblica utilità sono: 
essere residenti nella Regione FVG in stato di disoccupazione ai sensi del Regolamento regionale 227/2006
essere in stato di disoccupazione da almeno 6 mesi;
non percepire alcun tipo di ammortizzatore sociale;
non essere titolari di pensione assimilabile a reddito da lavoro;
non essere titolare di assegno sociale;
essere inseriti in apposite liste di disponibilità presso i Centri per l’impiego.

I soggetti beneficiari possono partecipare a una sola iniziativa di lavoro di pubblica utilità.
 

Come aderire
La domanda di adesione si presenta al Centro per l’impiego. I beneficiari devono essere in possesso dei requisiti all’atto di presentazione della domanda di inserimento nelle liste e al momento di elaborazione della graduatoria e di avvio del progetto.
Una volta raccolte le adesioni il Centro per l’Impiego individua i soggetti beneficiari che potranno essere assunti tra quelli inseriti nelle tre liste di disponibilità. 

  

Graduatoria
Il Centro per l’Impiego redige mensilmente una graduatoria riferita ai soggetti beneficiari domiciliati nel territorio comunale dove si svolgono le iniziative di Lavoro di Pubblica Utilità.
La graduatoria è definita in ordine decrescente e tiene conto:
• della durata dello stato di disoccupazione;
• dell’età anagrafica;
• di essere o non essere unico genitore presente nel nucleo familiare con uno o più figli a carico, come risulta dallo stato di famiglia;
• del valore dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) in corso di validità al momento della presentazione della domanda di iscrizione nelle liste.
In caso di parità di punteggio, ha precedenza il soggetto beneficiario più anziano di età.
 

La graduatoria resta valida fino alla conclusione dei progetti avviati dalle Amministrazioni pubbliche. Il Centro per l’impiego, su richiesta numerica delle Amministrazioni che attuano i progetti, trasmette i nominativi dei soggetti beneficiari inseriti in posizione utile nell’ultima graduatoria mensile.