Servizi per i datori di lavoro

25.03.21

Decreto Sostegni: definite le modalità di accesso al contributo

Le modalità di presentazione dell’istanza per accedere al contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Sostegni (D.L. 22 marzo 2021, n. 41) sono state definite dall'Agenzia delle Entrate con proprio provvedimento n. 77923/2021.

Il contributo è destinato ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte e professione e di reddito agrario, titolari di partita IVA, che abbiano percepito:

  • ricavi e compensi riferiti all’anno 2019 non superiori a 10 milioni di euro;
  • media mensile del fatturato e dei corrispettivi del 2020 inferiore almeno del 30% rispetto a quella del 2019 (non richiesto per chi ha attivato la partita dal 1° gennaio 2019).

La domanda di contributo deve essere trasmessa dal 30 marzo 2021 al 28 maggio 2021 con modalità telematica, tramite il servizio web disponibile nell’area riservata del portale “ Fatture e Corrispettivi” del sito internet dell’Agenzia delle entrate.

Nell’istanza sarà necessario dichiarare, fra l’altro, l’ammontare dei ricavi o dei compensi del secondo periodo di imposta antecedente a quello di entrata in vigore del decreto e l’importo medio mensile del fatturato e dei corrispettivi sia per il 2019 che per il 2020.

L’ammontare del contributo, per un limite massimo di 150.000 euro, è determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi 2020 e l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi 2019.

Il contributo è erogato mediante accredito sul conto corrente indicato nell’istanza oppure, su specifica scelta irrevocabile del richiedente, può essere utilizzato come credito di imposta.