Servizi per i datori di lavoro

18.03.20

IMPRESE: provvedimenti straordinari per l'emergenza COVID-19 (Decreto #CuraItalia)

I provvedimenti contenuti nel decreto legge n. 18 del 17.03.2020 necessari ad affrontare l' impatto economico sulle imprese riguardano:

  1. contributi a fondo perduto o in conto gestione, nonché finanziamenti agevolati, alle imprese che producono dispositivi di protezione individuale e medicali, per assicurarne l’adeguata fornitura nel periodo di emergenza (art. 5);
  2. trattamento ordinario di integrazione salariale e assegno ordinario CIGO per i datori di lavoro che sospendono o riducono l’attività lavorativa per COVID-19 per un periodo massimo di nove settimane (art. 19);
  3. trattamento ordinario per le aziende che hanno già in corso un trattamento di integrazione salariale straordinario CIGS (art. 20) e per quelle che hanno già in corso un assegno di solidarietà (art. 21);
  4. trattamenti di cassa integrazione salariale in deroga cioè tutela residuale per quei datori di lavoro del settore privato non già inclusi dalle vigenti disposizioni (compreso settore agricolo e della pesca), esclusi i datori di lavoro domestico (art. 22);
  5. diritto a fruire di uno specifico congedo, riconosciuto ad entrambi i genitori (anche affidatari) per un periodo complessivo, continuativo o frazionato, dipendenti del settore privato e iscritti in via esclusiva alla Gestione separata con corresponsione di una indennità pari al 50 per cento della retribuzione o di 1/365 del reddito (per figli di età non superiore a 12 anni), stessa indennità è estesa ai genitori lavoratori autonomi iscritti all’INPS ed è commisurata al 50 per cento della retribuzione convenzionale giornaliera stabilita per legge (un solo genitore per nucleo familiare, art. 23);
  6. riconoscimento indennità una tantum, per il mese di marzo, pari a 600 euro ad alcune categorie di lavoratori:
    a.    liberi professionisti titolari di partita IVA (dal 23.02.2020), co.co.co (attivi al 23.02.2020) iscritti alla Gestione separata (art. 27), lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago (art. 28);
    b.    lavoratori stagionali del turismo (art. 29), del settore agricolo (art. 30) e del settore spettacolo (art. 38)
    L’indennità è erogata dall’Inps. La norma stabilisce la non cumulabilità delle indennità di cui agli articoli 27, 28, 29, 30 e 38;
  7. finanziamento alle imprese per l’ acquisto di dispositivi e di altri strumenti di protezione individuale (erogazione da parte dell’INAIL ad Invitalia, art. 43);
  8. preclusione per 60 giorni all’avvio delle procedure di impugnazione dei licenziamenti individuali e collettivi e che nel medesimo periodo sono sospese le procedure pendenti. Durante tale periodo il datore di lavoro non può recedere dal contratto per giustificato motivo oggettivo (art. 46);
  9. misure di sostegno finanziario alle imprese (artt. 55-56);
  10. sospensione dei pagamenti e proroga dei termini (artt. 57-58);
  11. sospensione - fino al 30 aprile 2020 - delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria per le imprese turistico-ricettive, per le agenzie di viaggio e turismo e per i tour operator aventi il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato (art. 61);
  12. credito d’imposta per le spese di sanificazione degli ambienti di lavoro (art. 64);
  13. misure in favore del settore agricolo e della pesca (art. 78);
  14. misure urgenti per il trasporto aereo (art. 79).

Nel Decreto vengono previste anche varie sospensioni dei termini di pagamento verso la PA.

  • Decreto #CuraItalia
    Gazzetta Ufficiale n. 70 del 17 marzo 2020 - Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020 recante misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19