Il libro bianco, realizzato inizialmente dalla ex Agenzia del Lavoro e ultimato dal Servizio osservatorio mercato del lavoro, si articola in cinque progetti di ricerca e un programma di sviluppo della filiera della ricerca ed innovazione per il periodo 2014/2020 e si riferisce in particolare:

  

- ai centri di ricerca pubblici: università, enti e istituti di ricerca pubblici, imprese no-profit, nonchè organismi e consorzi privati assimilabili al settore pubblico (Linea A);

 

- ai servizi di ricerca ed innovazione espressi dalle imprese del Friuli Venezia Giulia osservate dal punto di vista delle principali filiere produttive (Linea B);

  

- ai risultati conseguiti dalla Legge regionale 10 novembre 2005, n. 26: "Disciplina generale in materia di innovazione, ricerca scientifica e sviluppo tecnologico" (Linea C);

 

 - alle risorse umane che operano nel settore della ricerca ed innovazione allo scopo di cogliere: le caratteristiche socio-professionali dei diversi operatori, le potenzialit`a che queste risorse possono giocare nella programmazione e sviluppo del settore anche al fine di sperimentare un’attivit`a periodica di monitoraggio della filiera (Linea D);

  

- ai ricercatori interessati al territorio regionale trasferiti momentaneamente ovvero definitivamente all’estero (Linea E);

  

- alla formulazione di un programma di sviluppo della filiera della ricerca ed innovazione con la contestuale definizione di una strategia di sviluppo di lungo periodo (Linea G)