La Regione istituisce annualmente una lista di esperti per soddisfare proprie specifiche esigenze in materia comunitaria e per potere così disporre di professionalità di alta specializzazione tecnica nel settore (L.R. n. 9/1999 articolo 68, L.R. n. 12/2009 articolo 15 comma 23 e Regolamento approvato con DPReg. 331/2009 come modificato con Regolamento approvato con DPReg. 48/2018).

Lista di accreditamento per il 2018

Sul BUR n. 15 dell' 11 aprile 2018 è pubblicato l’AVVISO PER LA COSTITUZIONE DELLA LISTA DI ACCREDITAMENTO PER L’ANNO 2018.
Le domande devono essere presentate entro l'11 maggio 2018.
La Lista per l’anno 2018 sarà articolata in due sottosezioni, la prima riguardante la "materia comunitaria e internazionale”, la seconda riguardante la “valutazione di programmi e progetti nell’ambito delle politiche di sviluppo e coesione”, con requisiti diversificati.
I candidati in possesso dei requisiti previsti dall’Avviso possono essere iscritti in entrambe le sottosezioni.
Richieste di chiarimenti e informazioni possono essere inviate a  listaunicaesperti@regione.fvg.it .

Ritorna all'indice

Lista di accreditamento per il 2017

La Lista di accreditamento per l'anno 2017 è stata approvata con decreto n° 905/FIN del 24/03/2017 del Direttore del Servizio per la cooperazione territoriale europea, aiuti di Stato e affari generali ed è stata pubblicata a pag. 93 del BUR n. 14 dd. 5 aprile 2017ed integrata con decreto n.1378/FIN di data 04/05/2017.

Ritorna all'indice

Obiettivi

La costituzione delle Lista permette l'individuazione di professionalità dotate della necessaria esperienza con una qualificazione di alta specializzazione tecnica in materia di:
- ottimizzazione, utilizzo ed implementazione delle risorse derivanti dai fondi strutturali e delle altre fonti di finanziamento comunitario;
- informazione, pubblicità e comunicazione sull'utilizzo delle risorse derivanti dai fondi strutturali e delle altre fonti di finanziamento comunitario;
- cooperazione allo sviluppo e processi di internazionalizzazione dei territori.

Risponde così all'esigenza di reperire professionalità in tali materie e di metterle a disposizione non solo dell’intera Amministrazione regionale ma anche di altre amministrazioni pubbliche.
 

   

Ritorna all'indice