Descrizione del Programma

Il Programma Spazio Alpino 2007 – 2013 interessa un'area di quasi 450.000 km quadrati e una popolazione di circa 70 milioni di abitanti. L’area comprende tutto l’arco alpino e le circostanti zone collinari e di pianura.

 

Ritorna all'indice

Area del Programma

Gli Stati Membri interessati e le Regioni partecipanti sono: Austria (intero Paese), Francia (Rhône-Alpes, Provence-Alpes-Côte d’Azur, Franche-Comté Alsace), Germania (distretti di Oberbayern and Schwaben - Bayern, Tübingen e Freiburg -Baden-Württemberg), Italia (Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino-Alto Adige, Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria), Slovenia (intero Paese). Gli Stati Membri cooperano con i seguenti Stati non appartenenti all’UE come partner e precisamente Liechtenstein (intero Paese) e Svizzera (intero Paese). La lingua ufficiale del Programma è l’inglese.

Ritorna all'indice

Dotazione finanziaria

Il Programma Spazio Alpino 2007 2013 ha avuto una dotazione finanziaria complessiva di circa 130 milioni di euro di cui 98 milioni derivanti dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR). I progetti hanno avuto un cofinanziati del 76 % dal FESR e in Italia la quota rimanente a carico del Fondo di Rotazione di cui alla legge n. 183 del 16 aprile 1987. Tutti i fondi a disposizione nel settennio sono stati esauriti.

Ritorna all'indice

Obiettivi del Programma
 

Il Programma mira ad aumentare la competitività e l’attrattività dell’area di cooperazione sviluppando azioni comuni in settori dove è necessaria una cooperazione transnazionale per soluzioni sostenibili. Nel periodo di programmazione 2007 – 2013 sono state individuate tre priorità: Priorità 1 – Competitività e attrattiva Questa priorità ha finanziato progetti mirati alla promozione di strategie transnazionali che contribuiscono ad aumentare la competitività e a mitigare le disparità fra territori alpini, ad aumentare le opportunità lavorative stabilizzando il mercato del lavoro nelle regioni svantaggiate, a rendere più accessibile l'innovazione tecnologica e ad ampliare le opportunità imprenditoriali. Priorità 2 – Accessibilità e connettività Questa priorità ha finanziato progetti mirati al miglioramento dell'accessibilità allo Spazio Alpino e alla gestione delle conseguenze economiche ed ambientali dei sistemi di trasporto, al fine di incrementare l'accessibilità ai servizi e la connettività all'interno dello Spazio Alpino. Priorità 3 - Ambiente e prevenzione dei rischi Questa priorità ha finanziato progetti mirati alla gestione, alla valorizzazione e allo sviluppo sostenibile del patrimonio naturale e culturale, alla prevenzione e mitigazione dei rischi naturali e tecnologici e alle loro conseguenze, con particolare riguardo ai cambiamenti climatici.

Ritorna all'indice

Progetti finanziati

Il Programma, in questi sette anni, ha proposto cinque Bandi, cui hanno partecipato un numero elevato di beneficiari. Con i cinque bandi sono stati finanziati in totale 57 progetti.

Richiamando le singole priorità qui di seguito vengono specificati i progetti:

Priorità 1 - Competitività e Attrattività dell’area di cooperazione:

  1. Alpenergy
  2. Alps Biocluster
  3. AlpBC
  4. AlpCluster 2020
  5. AlpEnmat
  6. Alphouse
  7. Alplastic
  8. Alp4EU
  9. Cabee
  10. Capacities
  11. CCAlps
  12. Climalptour
  13. Comunis
  14. Demochange
  15. Enerbuild
  16. Fidias
  17. Innocité
  18. Nathcare
  19. OpenAlps
  20. Rurbance
  21. Visible
  22. WIKIAlps

Priorità 2 - Accessibilità e Connettività, i seguenti progetti:

  1. Access
  2. Alias
  3. Alpcheck 2
  4. AlpStore
  5. AlpInfonet
  6. Co2neutralp
  7. i-monitraf
  8. Moreco
  9. Newfor
  10. PLAT.F.O.R.M.
  11. Poly5
  12. Paramount
  13. Pumas
  14. Sphera
  15. SusFreight
  16. TransafeAlp
  17. Transitects

Priorità 3 - Ambiente e Prevenzione dei Rischi, sono stati finanziati, nei primi 4 bandi, 15 progetti:

  1. Alpffirs
  2. Alpwaterscarce
  3. Clisp
  4. e-connect
  5. Manfred
  6. Permanet
  7. Share
  8. Silmas
  9. Alpstar
  10. C3Alps
  11. Geomol
  12. SeapAlp
  13. RechargeGreen
  14. SedAlp
  15. Adaptalp

E’ stata redatta la pubblicazione finale del periodo di programmazione 2007-2013 che racconta, con un focus particolare sui risultati a livello italiano, il settennio. La pubblicazione è disponibile come documento elettronico nei formati pdf e epub.

Ritorna all'indice

Eventi

Si è tenuta a Brescia a ottobre 2014 la Conferenza nazionale di chiusura della programmazione 2007-2013. Nel corso dell’evento è stato presentato un quadro dei risultati e delle attività svolte nel corso dei sette anni di programmazione. Dieci referenti di progetto hanno condiviso con i partecipanti le loro esperienze progettuali, i risultati conseguiti in termini di analisi e di risultati ottenuti, di efficacia degli interventi e di aspetti che andrebbero migliorati in un’ottica di supporto alla programmazione 2014-2020. Durante l’evento sono stati altresì illustrati i contenuti del nuovo Programma 2014-2020 e presentata la Strategia macro-regionale per l’area alpina (EUSALP), uno strumento di condivisione delle strategie di governance del territorio basato su accordi internazionali la cui proposta è già stata approvata dal Consiglio Europeo nel dicembre 2013 e dovrebbe diventare operativa entro la metà del 2015.

Ritorna all'indice