Descrizione del Programma

Il programma transnazionale MED Mediterraneo 2014-2020 è uno degli strumenti dell’Obiettivo cooperazione territoriale europea che contribuiscono all’attuazione della politica di coesione europea attraverso il sostegno allo scambio di esperienze, conoscenze ed il miglioramento delle politiche tra autorità pubbliche nazionali, regionali e locali ed altri attori dell’area eleggibile MED. Il programma è bilingue (inglese e francese).
 

 

Ritorna all'indice

Area del Programma

Rispetto al precedente periodo di programmazione, l’area eleggibile del Programma è stata estesa a 3 nuove regioni: Valle d’Aosta, Midi-Pirénées (F) e Lisbona (P).

Complessivamente, l’area programma ricomprende 10 Stati Membri dell'Unione europea e 3 Paesi candidati/potenzialmente candidati all’Unione europea.

a) Stati Membri:

  • Cipro (intero Paese)
  • Croazia (intero Paese)
  • Francia (5 regioni: Corsica; Languedoc-Roussillon, Midi-Pirénées, Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Rhône-Alpes) - Grecia (intero Paese)
  • Italia (19 regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto) 
  • Malta (intero Paese)
  • Portogallo (3 regioni: Algarve, Alentejo, Lisbona)
  • Regno Unito (Gibilterra)
  • Slovenia (intero Paese)
  • Spagna (6 regioni: Andalusia, Aragona, Catalogna, Isole Baleari, Murcia, Valencia e due città autonome: Ceuta e Melilla)

b) Stati candidati/potenzialmente candidati all’Unione europea:

  • Albania
  • Bosnia-Erzegovina
  • Montenegro

Ritorna all'indice

Priorità di investimento e obiettivi specifici

La strategia del Programma si articola in 6 Priorità di Investimento (PI - art. 5 Reg. CE 1301/2013 e art. 7, 1 b) Reg. CE 1299/2013) e in 7 Obiettivi Specifici (OS):

PI 1b: PROMUOVERE GLI INVESTIMENTI DELLE IMPRESE IN INNOVAZIONE E RICERCA, LE SINERGIE TRA AZIENDE, CENTRI DI RICERCA E ALTA FORMAZIONE, PER LO SVILUPPO DI SERVIZI, IL TRASFERIMENTO DI TECNOLOGIE, L'INNOVAZIONE SOCIALE, L’ECO-INNOVAZIONE, LE APPLICAZIONI NEI SERVIZI PUBBLICI

OS 1.1: accrescere le attività transnazionali dei clusters e delle reti innovative nei settori chiave dell’area MED

PI 4c: SOSTENERE L‘EFFICIENZA ENERGETICA, LA GESTIONE INTELLIGENTE DELL'ENERGIA, L’ USO DELL'ENERGIA RINNOVABILE NELLE INFRASTRUTTURE PUBBLICHE, COMPRESI GLI EDIFICI, E NEL SETTORE DELL'EDILIZIA ABITATIVA

OS 2.1: miglioramento della gestione energetica degli edifici pubblici a livello transnazionale
OS 2.2: accrescere le quote di fonti energetiche locali rinnovabili in piani e strategie basati su un mix energetico in specifici territori MED

PI 4e: PROMUOVERE STRATEGIE PER UN BASSO CONSUMO DI CARBONIO IN TUTTI I TERRITORI, IN PARTICOLARE NELLE AREE URBANE, COMPRESA LA PROMOZIONE DI UNA MOBILITÀ URBANA MULTIMODALE SOSTENIBILE E MISURE DI ADATTAMENTO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI

OS 2.3: accrescere la capacità di utilizzo di esistenti sistemi a bassa emissione di carbonio e le relative connessioni multimodali

PI 6c: CONSERVARE, PROTEGGERE E FAVORIRE LO SVILUPPO DEL PATRIMONIO NATURALE E CULTURALE

OS 3.1 rafforzare lo sviluppo sostenibile e responsabile del turismo costiero e marittimo in area MED

PI 6d: PROTEGGERE E RIPRISTINARE LA BIODIVERSITÀ, LA PROTEZIONE DEL SUOLO E PROMUOVERE SERVIZI ECO-SISTEMICI, ANCHE ATTRAVERSO NATURA 2000 E LE INFRASTRUTTURE VERDI

OS 3.2 mantenere la biodiversità e gli ecosistemi naturali attraverso il rafforzamento della gestione e della messa in rete delle aree protette

PI 11 (specifica per CTE): RAFFORZARE LA GOVERNANCE NEL MEDITERRANEO DELLA GESTIONE E DELLA MESSA IN RETE DELLE AREE PROTETTE

OS 4.1 sostenere il processo di rafforzamento e sviluppo del quadro di coordinamento multilaterale nel Mediterraneo per fornire risposte congiunte a sfide comuni
 

Ritorna all'indice

Dotazione finanziaria

Il contributo comunitario (FESR 85% ) al Programma è pari a 224.322.525 euro. La dotazione finanziaria, comprensiva del cofinanziamento nazionale (15%), è pari a 264.898.5114 euro. E’ prevista anche una dotazione di fondi IPA, comprensiva del cofinanziamento nazionale, pari a 11.006.804 euro, destinata ai 3 Paesi in pre-adesione partecipanti al Programma.
La dotazione complessiva del Programma ammonta quindi a 275.905.320 euro.

Ritorna all'indice

Stato dell’arte (aggiornato a luglio 2017)

Il 2 giugno 2015 la Commissione europea ha formalmente adottato il Programma di cooperazione Interreg Mediterraneo 2014-2020, elaborato nell’ambito della Task Force MED composta dai rappresentanti dei 13 paesi eleggibili al programma.

Successivamente, in data 9 giugno 2015, sì è costituito il Comitato di Sorveglianza del Programma, che ha approvato i Terms of reference dei progetti modulari e le procedure relative al primo bando del programma, pubblicati a fine giugno 2015 sul sito ufficiale.

Il primo bando per progetti modulari (ad uno step) si è ufficialmente aperto il 1° settembre e si è chiuso il 3 novembre 2015 (con la possibilità di uplodare i documenti previsti entro il 9 novembre 2015).

Il secondo bando per progetti uni-modulari (ad uno step) e per progetti integrati (a due step), si è ufficialmente aperto il 30 gennaio e chiuso il 31 marzo 2017.
E' attualmente in corso la fase di valutazione qualitativa per i progetti uni-modulari e, per quanto riguarda i progetti integrati, si è aperto il 2° step per i progetti selezionati al 1° step .

Il programma ha lanciato anche un  bando per progetti orizzontali (a due step). Tali progetti costituiscono una novità del programma  ed hanno l'obiettivo di facilitare le sinergie tra i progetti modulari finanziati nell’ambito di ciascun obiettivo specifico. 

Per ulteriori info vedasi la sezione "Bandi". 

Si segnala inoltre che, nel corso dell'ultimo Comitato di Sorveglianza del programma è stato approvato, nell'ambito dell'Asse 4 del programma,  il progetto di governance "PANORAMED"  al quale partecipano i 13 Paesi dell'area programma MED e che avrà l'obiettivo di individuare modalità di cooperazione rafforzata nell'ambito del Mediterraneo, di contribuire alla possibile definizione di una futura strategia europea per il Mediterraneo, nonché di individuare i temi ed i settori dei progetti strategici da finanziare nell'ambito dell'Asse 4.

Ritorna all'indice

Bandi (aggiornato a luglio 2017)

Il programma prevede il finanziamento di progetti modulari, integrati, orizzontali (su Assi 1,2,3) e strategici (su Asse IV).

2° BANDO PROGETTI MODULARI - in corso di valutazione

LAST NEWS!

. Progetti uni-modulari: conclusa la valutazione di ammissibilità formale. Attualmente in corso la valutazione qualitativa

- Progetti integrati: concluso il primo step con la selezione di 14 proposte progettuali ammissibili al secondo step. In tal fase, è richiesta la presentazione dell'application form completo a partire dal 3 luglio e sino al 13 ottobre (fino al 27 ottobre per l'upload degli allegati). L'11 luglio si è tenuto un seminario dedicato rivolto ai partners dei progetti selezionati al I step.

2° BANDO PROGETTI MODULARI

Il bando è rimasto aperto dal 30 gennaio al 31 marzo 2017 ed ha riguardato le seguenti tipologie progettuali:

- progetti UNI - MODULARI (limitatamente a M2 ed M3) - ad uno step
- progetti INTEGRATI (M1+M2+M3) - a due step

ed i seguenti Obiettivi specifici:

- Ob. 1.1 (potranno essere presentati progetti M2, M3 e progetti integrati)
- Ob. 2.3 (solo progetti integrati)
- Ob. 3.1 (potranno essere presentati progetti M3 e progetti integrati)
- Ob. 3.2 (potranno essere presentati progetti M2, M3 e progetti integrati)

Il Bando ha previsto una dotazione finanziaria di circa 65 Meuro

 RIEPILOGO BANDI GIA' CONCLUSI

1° BANDO  per progetti MODULARI - ad uno step

Aperto dal 1° settembre al 3 novembre 2015 (con la possibilità di uplodare i documenti entro il 9 novembre 2015)

Sul sito ufficiale del programma è possibile scaricare le graduatorie dei progetti modulari approvate in sede di Monitoring Committee del programma

- Totale proposte progettuali presentate: n. 375
- Totale proposte progettuali da subito eleggibili (1st wave): n. 225
- Totale proposte progettuali eleggibili a seguito "healing procedure" (2nd wave): n. 114
- Totale proposte progettuali ineleggibili: n. 36
- Totale proposte progettuali "1st wave" ammesse al II step di valutazione qualitativa: n. 108 
- Totale proposte progettuali "2nd wave" ammesse al II step di valuazione qualitativa: n. 32

Esiti finali:

- n. 49 progetti approvati definitivamente (1st wave) - MC  27/9/2016
- n. 12 progetti approvati definitivamente (2nd wave) - procedura scritta MC dicembre 2016

PARTECIPAZIONE PARTNERS FVG (esiti aggiornati a riunione Steering Committee del 27/09/2016)

I partners del territorio hanno partecipato a n. 25 proposte progettuali delle quali n. 15 eleggibili (da subito) e n. 10 ineleggibili.

Rispetto alle 15 proposte progettuali da subito eleggibili, n. 9 hanno superato il I step di valutazione qualitativa e n. 6 sono state respinte

Per quanto riguarda le 10 proposte progettuali ineleggibili e successivamente sanate, n. 9 sono state recuperate e n. 1 respinta.

PROGETTI "1st wave" definitivamente approvati: n. 5 (CESBA MED, LOCATIONS, ChIMERA, MAESTRALE, SISMA)

PROGETTI "2nd wave" definitivamente approvati: n. 3 (MEDCYCLETOUR, SUMPORT, i@blue)

INFORMAZIONI GENERALI (ante 28 settembre 2016)

RIAPERTURA SYNERGIE

Sempre a causa dei malfunzionamenti di Synergie, l'applicativo è stato temporaneamente aperto, dal 27 aprile all' 11 maggio 2016, limitatamente ai Lead partners che ne hanno fatto richiesta, al fine di consentire la correzione (o il completamento) delle sole sezioni dell'Application Form afferenti al Work Plan.

Caratteristiche 1° bando
Il bando ha previsto un’allocazione indicativa di circa 75 M€ di fondi FESR e di 3 M€ di fondi IPA.

Il tasso di cofinanziamento FESR è pari all’85%; il restante 15% dovrà essere cofinanziato dai partners di progetto.

Per l’Italia, il cofinanziamento dei partners pubblici (con l’esclusione quindi dei privati) è garantito dal Fondo di rotazione (Delibera CIPE 10/2015).

Per le modalità di presentazione delle proposte progettuali e per redigere in modo corretto l’Application form, attraverso l’utilizzo dell’applicativo on-line SYNERGIE CTE, consultare le sezioni 3.1 e 3.2 del Manuale di programma.

Il bando per progetti modulari ha interessato gli Assi 1-2-3 del programma:

ASSE 1: INNOVAZIONE (4 temi: crescita blu, crescita verde, industrie creative e culturali, innovazione sociale) => 1 Obiettivo specifico: 1.1
ASSE 2: LOW CARBON ECONOMY (3 obiettivi specifici: efficienza energetica, energie ribnnovabili e trasporto urbano sostenibile) => 3 Obiettivi specifici: 2.1, 2.2, 2.3
ASSE 3: RISORSE NATURALI E CULTURALI (2 obiettivi specifici: turismo costiero e marittimo sostenibile e gestione e networking delle aree protette) => Obiettivi specifici: 3.1,3.2

Progetti modulari: di cosa si tratta?

In considerazione dell’articolazione di ciascun obiettivo specifico del programma in 3 moduli (M1/analisi, studio-M2/test, pilot actions –M3/capitalizzazione), il primo bando attuerà la modalità innovativa che prevede la presentazione dei cd. “PROGETTI MODULARI”, articolati in uno o più moduli; sarà quindi possibile presentare:
1) progetti UNI-MODULO (M1, M2, M3) della durata da 18 a 30 mesi (30 mesi solo per il modulo M2),
2) progetti MULTI-MODULO (M1+M2, M2+M3), della durata massima di 36 mesi

La scelta dei moduli è ovviamente funzionale agli obiettivi e finalità che la proposta progettuale intende perseguire.

Si sottolinea che, per i progetti multi-modulo, il passaggio da un modulo al successivo sarà soggetto a valutazione da parte dell’Autorità di Gestione/Segretariato Congiunto.

Chi può partecipare:
 
Enti pubblici (autorità nazionali/regionali/locali, inclusi i GECT)
Enti di diritto pubblico
Organizzazioni internazionali
Privati (con personalità giuridica – solo da Paesi UE)

Per quanto concerne la partecipazione dei privati, il programma consente la scelta tra l’applicazione dei seguenti due regimi:
a) regime cd.“ de minimis” ai sensi Reg .CE 1407/2013 (per tutte le imprese) => importo massimo concedibile: 200.000 €, per Stato membro, nell’arco di tre anni – tasso di cofinanzimento FESR: 85% (15% a carico dell’impresa)
Importante: lo Stato concedente l’aiuto è la Francia (ove ha sede l’Autorità di gestione), quindi non verrà intaccato il plafond concedibile dallo Stato italiano.
b) regime cd. GBER di esenzione ai sensi art. 20 Reg. CE 651/2014 (solo PMI) => importo massimo concedibile: 2 milioni € per PMI e per progetto – tasso di cofinanziamento FESR 50%.

Per ulteriori informazioni si prega di consultare la sezione 2.4.9 del Manuale di programma, disponibile qui 

1° BANDO per PROGETTI ORIZZONTALI - a due steps

Sul sito ufficiale del programma è possibile scaricare la graduatorie dei progetti orizzontali approvati in sede di Steering Committee del programma in data 27 settembre 2016:

Esiti finali:

n. 8 progetti approvati  - MC 27/9/2016

INFORMAZIONI GENERALI (ante 28 settembre 2016)

1° step =>  dal 10 novembre 2015 all'11 gennaio 2016
2° step =>  dal 3 maggio al 24 giugno 2016

Al 1° step sono state complessivamente presentate n. 14 proposte progettuali.

ESITI VALUTAZIONE DI AMMISSIBILITA'

Delle n. 14 proposte progettuali presentate, n. 11 sono state considerate da subito ammissibili e sono quindi passate al 2° step .
Per le restanti proposte, a seguito malfunzionamenti verificatesi nell' utilizzo dell'applicativo on-line SYNERGIE, al pari del I bando progetti modulari, è stata aperta una procedura di sanatoria degli errori formali a conclusione della quale sono stati riammessi altri 2 progetti, per un totale di 13 progetti.
 

ESITI 1° STEP VALUTAZIONE QUALITATIVA (STRATEGICA)

In sede di Comitato di Selezione e di Comitato di Sorveglianza del 5-6 aprile 2016, svoltisi a Zagabria, sono stati dichiarati ammissibili al 2° step n. 11 progetti che dovranno quindi presentare l'Application form completo.
L'elenco può essere scaricato qui

Caratteristiche  bando
 I progetti orizzontali, oggetto del 2° bando del programma, hanno l’obiettivo di evidenziare le attività/risultati dei progetti modulari approvati nell’ambito di ciascun obiettivo specifico del programma e svolgere attività di comunicazione e capitalizzazione congiunta per tali progetti al fine di facilitare il trasferimento e la più ampia diffusione dei risultati a livello transnazionale.
Ogni progetto orizzontale includerà tutti i progetti modulari finanziati nell’ambito di ogni Obiettivo specifico previsto dal programma (per l’O.1.1., considerati i diversi focus tematici, saranno previsti 3 progetti orizzontali)
E’ previsto il finanziamento di n. 8 progetti orizzontali: n. 3 sull’Asse 1, n. 2 sull’Asse 2 e n. 2 sull’Asse 3 ed un budget FESR di circa 9 Meuro (oltre a 370.000 € di fondi IPA).

Attività principali previste per i progetti orizzontali:

a) Assicurare il networking tra i progetti modulari di uno stesso Obiettivo specifico (OS)
b) Facilitare le sinergie tra progetti appartenenti allo stesso OS (coordinamento di WGs e scambi strutturati tra progetti modulari)
c) Contribuire, in collaborazione con il MED JS (Joint Secretariat), allo sviluppo tecnico e trasferibilità dei risultati di progetto, identificando attori e target, anche attraverso il previsto “Platform project” dell’Asse 4 , i Programmi mainstream (POR FESR, in particolare) o altri Programmi/Networks europei
d) Assicurare l’analisi qualitativa e quantitativa dei principali “deliverables” della “community” dei progetti modulari
e) Organizzare eventi tematici, finali e di capitalizzazione congiunti
f) Coordinare le attività di comunicazione con le strutture del programma - NOVITA’: il sito del Programma ospiterà tutti i siti web dei progetti!
g) Rappresentare la “community “ a livello transnazionale
h) Cooperare con il Programma al fine di coordinare le attività di Comunicazione di tutti i progetti orizzontali, su base annuale.

Partenariato: è previsto un massimo di 6 partners per progetto.
Tipologie dei partners (lista non esaustiva): Networks (transnazionali, tematici, istituzionali) Università, Organismi internazionali, Associazioni/Fondazioni/Agenzie specializzate, Autorità pubbliche.
Al fine di evitare conflitti di interesse, il partner di un progetto orizzontale non potrà essere partner di un progetto modulare approvato nell’ambito dello stesso Obiettivo specifico cui il progetto orizzontale si riferisce.
Il 22 settembre 2015, a Marsiglia, è previsto un Seminario rivolto ai potenziali lead partners/ partners dei progetti orizzontali.


MED COMMUNITY FORUM
Sul sito ufficiale del programma, è ora disponibile uno spazio interattivo in cui i potenziali beneficiari avranno la possibilità (con o senza registrazione) di presentare o ricercare idee progettual e/o partners contribuendo così alla nascita di una vera e propria “MED community”!
 

Ritorna all'indice

Controlli primo livello (aggiornato a novembre 2016)

Al fine di garantire il coordinamento ed il buon funzionamento del sistema nazionale di controllo, in continuità con il periodo di programmazione 2013-2017, è stata ricostituita la Commissione Mista Stato/Regioni presieduta dall’ACT, che, limitatamente ai programmi di cooperazione interregionale/transnazionale, ha il compito di provvedere alla convalida dei controllori di primolivello dei beneficiari italiani dei programmi di cooperazione transnazionale ed interregionale, tra cui il programma Interreg MED.

Pertanto, tutti i soggetti, pubblici e privati, beneficiari di progetti MED, dovranno individuare un controllore di primo livello, interno o esterno, ed inviare la richiesta di convalida al referente del Programma in seno alla citata Commissione mista.

Le domande andranno quindi inviate:
alla Regione Emilia-Romagna, all’attenzione del rappresentante di Programma in Commissione Mista, dott.ssa ROSSANA PRUNI, via email all’indirizzo MedFLC@regione.emilia-romagna.it e via PEC all’indirizzo ProgrammiArea@postacert.regione.emilia-romagna.it, indicando nell’oggetto: MED – convalida controllore progetto CE XXX (indicare il codice identificativo del progetto) acronimo (indicare l’acronimo di progetto).

Tutti gli allegati devono essere in formato PDF.

Nella sezione “modulistica” si trovano le istruzioni per la procedura di convalida, i requisiti dei controllori da attestare attraverso dichiarazioni sostitutive di atto notorio, la scheda informativa e la richiesta di convalida del controllore interno/esterno-individuale/Società
 

Ritorna all'indice

Attività sul territorio dell’area Programma

PROSSIMI EVENTI

21 settembre 2017  -  a Roma, nell'ambito della giornata dedicata alla Cooperazione Territoriale Europea, si terrà la giornata informativa "Cooperazione territoriale e politiche di coesione - tra risultati e prospettive", organizzata dall'Agenzia per la Coesione Territoriale e finalizzata ad animare il confronto tra rappresentanti della Commissione europea, delle Amministrazioni centrali e regionali e degli stakeholders internazionali sui temi e le priorità dei programmi CTE in corso di attuazione, con focus specifici sull'integrazione con la programmazione nazionale e regionale, sulle politiche per il Mediterraneo, sulle strategie macro-regionali e sul dibattito relativo alla programmazione post 2020. Ulteriori informazioni ed aggiornamenti sono reperibili al seguente link

EVENTI 2017

- 8 febbraio 2017 INFODAY NAZIONALE MED - BOLOGNA

In occasione dell'uscita del secondo bando per progetti modulari, il Punto di contatto nazionale ha organizzato una giornata informativa focalizzata in particolare sulle peculiarità e caratteristiche del bando e dalla possibilità di partecipare a gruppi di lavoro tematici finalizzati alla predisposizione di progetti integrati

Il programma dell'infoday e le modalità di iscrizione all'evento possono essere reperiti qui

- 22 febbraio 2017 - APPLICANT SEMINAR- BARCELLONA

L'evento era rivolto a tutti i potenziali applicants dell'area programma e ha rappresenta sostanzialmente una replica degli Infoday organizzati dai vari NCP a livello nazionale. Maggiori informazioni sul sito ufficiale del programma

ATTIVITA' ANTE 2017:

• Il 7 luglio 2015, presso l’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica di Trieste, si è svolto un seminario tecnico focalizzato sulle principali novità e caratteristiche del programma e dei bandi per progetti modulari e orizzontali.

• Il 22 giugno 2015, a Marsiglia, nel contesto della Ville Méditerranée (Centro per il dialogo e gli scambi nel Mediterraneo) si è svolto un interessantissimo evento, alla presenza di rappresentanti politici regionali dell’area mediterranea, in cui le parole d’ordine principali sono state “integrazione – solidarietà – collaborazione e rispetto reciproco “. L’evento, oltre ad anticipare la nuova architettura del programma, si è particolarmente focalizzato sull’attuazione dell’Asse 4 del programma dedicato alla Governance nel Mediterraneo in un ottica macroregionale e tuttora in discussione in sede di Comitato di Sorveglianza.

• Il giorno successivo, 23 giugno, si è svolto il riuscitissimo ed originale Kick off del programma (live streaming)
dove, alla presenza di circa 700 partecipanti, sono state presentate le principali novità e caratteristiche del programma e fornite le anticipazioni sul primo Bando per progetti modulari.
Nel corso dell’evento si sono svolte sessioni parallele di approfondimento sulle tematiche specifiche del programma (innovazione, low carbon economy – efficienza energetica, energie rinnovabili e trasporto - , risorse naturali e culturali – turismo responsabile e gestione aree protette); inoltre i partecipanti hanno avuto modo di stabilire networking e di confrontarsi con altri potenziali beneficiari, anche grazie alla sezione web blog oltre che con i referenti del Segretariato Congiunto e dei Punti di Contatto nazionali.

• 10 febbraio 2015 (Udine): nel corso del seminario “Programmazione europea 2014-2020 - I programmi di cooperazione transnazionale ed interregionale” organizzato dal Servizio Cooperazione territoriale europea, aiuti di stato ed affari generali della Regione Friuli Venezia Giulia è stata illustrata la strategia ed evidenziando le principali novità del Programma Interreg MED 2014-2020.

• Il 24 ottobre 2014 ( Firenze): nell’ambito degli eventi diffusi sul territorio previsti dal Programma “MED On the MOVE”, si è svolto un seminario, organizzato dal Punto di contatto nazionale in collaborazione con Malta ed il Segretariato congiunto MED, focalizzato sulle esperienze della programmazione 2007- 2013 e le previsioni per il periodo 2014-2020.

Per rimanere costantemente aggiornati sugli sviluppi del programma, oltre a consultare il sito ufficiale del programma, si consiglia di utilizzare i seguenti social media:
- facebook 
- twitter: @MEDProgramme
- youtube   

Ritorna all'indice

Strutture di Programma

Autorità di Gestione:
Région Provence-Alpes-Côte-d’Azur
27 Place Jules Guesde
13481 MARSEILLE Cedex 20 – France
 
Segretariato congiunto:
Région Provence-Alpes-Côte-d’Azur
27 Place Jules Guesde
13481 MARSEILLE Cedex 20 – France
 
Autorità di Certificazione:
Deputy Directorate General of Certifying and Payments
Directorate General of European Funds
Ministry of Finance and Public Administration
Paseo de la Castellana 162
28071 Madrid - Spain
 
Autorità di Audit:
Commission Interministérielle de Coordination des Contrôles et Actions cofinancées par les Fonds Européens (CICC)
5 Place des Vins de France
75012 PARIS - France
 
National Contact Point:
Regione EMILIA ROMAGNA presso ERVET
Referente: dott.ssa Eleonora Liuzzo
Recapito telefonico: 051/6450415
Orari: LUNEDI'-MERCOLEDI'-VENERDI' dalle h. 10:00 alle h. 12:00
           GIOVEDI' dalle h. 14:30 alle h. 16:30
 

Ritorna all'indice