Descrizione del Programma

Il Programma di cooperazione Interreg CENTRAL EUROPE rappresenta uno degli strumenti per l’attuazione della politica di coesione europea e contribuisce alla strategia dell’unione per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Il Programma si pone l’obiettivo generale di cooperare oltre i confini per rendere le città e le regioni dell’Europa centrale dei posti migliori in cui vivere e lavorare. Più precisamente, la cooperazione transnazionale nell’Europa centrale dovrebbe diventare il catalizzatore per l’applicazione di soluzioni intelligenti, rispondendo alle sfide regionali nel campo dell’innovazione, dell’economia a bassa emissione di carbonio, dell’ambiente, della cultura e dei trasporti. Il Programma costruirà capacità regionali seguendo un approccio integrato “bottom-up” che includa e coordini gli attori rilevanti provenienti da tutti i livelli di governance.

Ritorna all'indice

Area del Programma

L’area del programma si estende per oltre 1 milione di km2, include nove Stati Membri dell’Unione Europea e ha una popolazione di circa 146 milioni di abitanti. L’area comprende tutte le regioni di Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia, Slovacchia e Slovenia, nove Länder della Germania (Baden Württenberg, Bayern, Berlin, Brandenburg, Mecklenburg-Vorpommern, Sachsen, Sachsen-Anhalt, Thüringen) e nove regioni italiane (Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento, Valle d’Aosta e Veneto). In totale l’area di Programma comprende 76 regioni NUTS 2. La Croazia con tutto il suo territorio nazionale entra per la prima volta nel programma.

Ritorna all'indice

Priorità di investimento e obiettivi specifici

Asse prioritario 1 - Cooperare nell’innovazione per rendere l’Europa Centrale più competitiva

OS 1.1 - Migliorare i collegamenti sostenibili tra gli attori dell’innovazione dell’Europa centrale per rafforzare le capacità di innovazione regionale (PI1b)

OS 1.2 - Migliorare le conoscenze e le competenze per promuovere l’innovazione economica e sociale nelle regioni dell’Europa centrale (PI 1b)

Asse prioritario 2 - Cooperare nelle strategie di riduzione delle emissioni di carbonio nell’Europa Centrale

OS 2.1 - Sviluppare e realizzare soluzioni per migliorare l’efficienza energetica e l’utilizzo di energie rinnovabili nelle infrastrutture pubbliche (PI 4c)

OS 2.2 - Migliorare le strategie territoriali di pianificazione energetica a bassa emissione di carbonio e le politiche a sostegno della mitigazione del cambiamento climatico (PI 4e)

SO 2.3 - Migliorare le capacità di pianificazione della mobilità nelle aree urbane funzionali per ridurre le emissioni di CO2 (PI 4e)

Asse prioritario 3 - Cooperare nelle risorse naturali e culturali per una crescita sostenibile nell’Europa Centrale

SO 3.1 - Migliorare le capacità di gestione ambientale integrata per la protezione e l’uso sostenibile del patrimonio e delle risorse naturali (PI 6c)

SO 3.2 - Migliorare le capacità per l’uso sostenibile del patrimonio e delle risorse culturali (PI 6c)

SO 3.3 - Migliorare la gestione ambientale delle aree urbane funzionali per renderle un luogo più vivibile (PI 6e)

Asse prioritario 4 - Cooperare nei trasporti per meglio collegare l’Europa Centrale

OS 4.1 - Migliorare la pianificazione e il coordinamento dei sistemi regionali di trasporto passeggeri per migliori collegamenti alle reti di trasporto nazionali ed europee (PI 7b)

OS 4.2 - Migliorare il coordinamento tra gli stakeholder del trasporto merci per aumentare soluzioni di trasporto merci ecocompatibili e multimodali (PI 7c)

Asse prioritario 5 - Assistenza tecnica

OS 5.1 Implementare efficacemente il programma di cooperazione

OS 5.2 Dare supporto ai proponenti e ai beneficiari e rafforzare il coinvolgimento di partner rilevanti nell’implementazione del programma

Ritorna all'indice

Dotazione finanziaria

La disponibilità finanziaria complessiva del programma è di € 298.987.025,44, di cui € 246.581.112,00 a titolo di cofinanziamento comunitario del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

Ritorna all'indice

Stato dell’arte

 

 

24 aprile 2018 il Comitato di Sorveglianza del Programma si è riunito a Vienna: dei 181 progetti (21 con LP/PP del FVG) risultati eleggibili dal punto di vista formale e avviati alla prima fase di valutazione di qualità, 127 (18 con LP/PP del FVG) sono stati considerati rilevanti e proseguono nella valutazione degli ulteriori criteri relativi a: partenariato, implementazione e aspetti finanziari.

25 gennaio 2018: chiusura del terzo bando. Sono state presentate 191 proposte progettuali (22 con LP/PP del FVG)

21 settembre 2017: apertura del terzo bando, organizzato a una fase. Mette a disposizione 60 milioni di Euro di fondi FESR per i 4 assi prioritari del programma: innovazione, riduzione CO2 , risorse naturali e culturali e trasporti. Il bando prevede tuttavia specifici focus tematici, pertanto dei 10 Obiettivi specifici che dettagliano le 4 priorità, 5 sono aperti totalmente, 4 hanno un focus e 1 (l'O.S. 2.3 della priorità 2) è chiuso.  

16 marzo 2017 il Comitato di Sorveglianza del Programma, riunitosi a Praga, ha approvato 50 dei 210 progetti presentati, allocando tutte le risorse messe a bando con una graduatoria per ogni priorità. Il Friuli Venezia Giulia è presente nei partenariati dei seguenti sette progetti finanziati: 
Priorità 1: THINGS+, con Friuli Innovazione lead partner;  SENTINEL, con partner InCE; INTENT, con partner il Centro di Riferimento Oncologico di Aviano
Priorità 2: FEEDSCHOOLS, con partner Comune di Udine.  
Priorità 4: CONNECT2CE con i seguenti partner: InCE - lead partner, Società Ferrovie Udine Cividale s.r.l. - partner, Trieste Trasporti S.P.A. e Regione autonoma FVG - DC infrastrutture, mobilità, pianificazione territoriale, lavori pubblici, edilizia come partner associati; PERIPHERAL ACCESS, con partner Trieste Trasporti S.P.A.; TALKNET, con partner Autorità portuale di Trieste. 

Dal 26 aprile al 23 giugno 2016 è rimasto aperto il secondo bando, su tutte le priorità e con una procedura a una fase. Sono stati messi a disposizione complessivamente 90 milioni € di fondi FESR così suddivisi per Priorità: 27 milioni per Innovazione (1), 16 milioni per Riduzione CO2 (2), 34 milioni per Risorse naturali e culturali (3) e 13 milioni per Trasporti (4). 

14 e 15 aprile  2016 a Dubrovnik il Comitato di Sorveglianza del Programma ha approvato 35 dei 90 progetti candidati alla seconda fase del bando, per un’allocazione di risorse pari a complessivi 70,5 milioni di euro di fondi FESR senza suddivisione per priorità (graduatoria unica). Beneficiari del Friuli Venezia Giulia sono presenti nei seguenti quattro progetti approvati: Focus-IN CD (Priorità 1 - Innovazione); SULPiTER (Priorità 2 - Riduzione CO2); CE-HEAT (Priorità 2 - Riduzione CO2). COME-IN! (Priorità 3 - Risorse naturali e culturali);

12 febbraio 2015 viene pubblicato il primo bando, con procedura a due fasi, aperto su tutte le priorità del programma.

16 dicembre 2014
il Programma di Cooperazione Interreg CENTRAL EUROPE è stato approvato dalla Commissione Europea.
 

Ritorna all'indice

Strutture di Programma

Autorità di gestione City of Vienna Municipal Department for European Affairs Unit for International Co-operation Schlesingerplatz 2 A - 1080 Vienna Tel. +43 (0)1 4000 27060 Fax: +43 (0) 1 4000 7215

 

Punto di contatto nazionale
Rita Bertocco
Regione del Veneto
Direzione Programmazione Unitaria
Unità Organizzativa Cooperazione Territoriale e Macrostrategie Europee
Dorsoduro 3494/A – 30123 Venezia
tel. +39 041 2791591 – fax. +39 041 2791490
E-mail: centraleurope@regione.veneto.it
Web: http://coopterritoriale.regione.veneto.it/Central-Europe/ – Twitter: @CEProgramme_IT

Ritorna all'indice

Attività sul territorio dell’area Programma

Si svolgerà a Padova il 15 novembre l’Infoday nazionale del Programma Interreg CENTRAL EUROPE.

L’Infoday, organizzato dal Punto di Contatto Nazionale in collaborazione con il Segretariato Congiunto di Programma, farà seguito all’evento transnazionale per gli applicant in programma a Praga per il 7 e 8 novembre prossimi e sarà strutturato in una sessione mattutina dedicata alla presentazione del terzo bando seguita da un approfondimento pomeridiano sui singoli Obiettivi Specifici aperti al finanziamento. Sarà possibile interagire direttamente con il Punto di Contatto Nazionale e con due rappresentanti del Segretariato Congiunto di Programma per discutere la propria idea progetto e ricevere chiarimenti ed indicazioni utili ad una candidatura di successo.

L’agenda e le modalità di registrazione verranno resi disponibili a breve sia nella pagina nazionale del sito del Programma, sia nel sito del Punto di Contatto Nazionale.



 

Ritorna all'indice