Cooperazione internazionale e allo sviluppo

08.04.20

EMERGENZA COVID-19: nuovi termini per progetti e rendicontazione

Nel corso delle ultime settimane il Servizio relazioni internazionali e programmazione europea ha ricevuto numerose note da parte di beneficiari di contributi ai sensi della LR. 30 ottobre 2000, n.19, che segnalavano, da un lato, difficoltà a rispettare i termini fissati per la rendicontazione dei progetti di cooperazione allo sviluppo e di partenariato internazionale di cui sono soggetti attuatori, e dall’altro, ostacoli nella vera e propria realizzazione di parte delle attività progettuali medesime, sempre a causa dell’emergenza da COVID-19.
Con la presente si comunica che è stata pubblicata, sul 1° Supplemento ordinario n.15 al Bollettino Ufficiale della Regione di data 1 aprile 2020, la Legge regionale 1 aprile 2020, n.5 “ Ulteriori misure urgenti per far fronte all’emergenza epidemiologica da COVID-19”.
Ai sensi dell’art.1, c.3 di detta norma, “I termini di utilizzo, di ammissione delle spese e di rendicontazione di incentivi regionali, comunque denominati, stabiliti ai sensi delle discipline di settore con scadenza dal 23 febbraio al 30 giugno 2020, sono prorogati al 30 novembre 2020 e possono essere ulteriormente prorogati, con provvedimento amministrativo dell’autorità concedente, su istanza motivata del beneficiario”.
Pertanto, con riferimento alle comunicazioni pervenute con le quali si segnalavano difficoltà nel rispetto dei termini di rendicontazione delle spese sostenute per la realizzazione dei progetti di cooperazione, si informa che tutti i beneficiari in indirizzo che ne ravvisassero la necessità possono avvalersi della proroga disposta dalla LR. 5/2020.
Si precisa sin d’ora che i beneficiari che sono riusciti a predisporre la documentazione a rendiconto nei termini previsti possono regolarmente inviarla allo scrivente Servizio per l’i struttoria di verifica, approvazione del rendiconto e liquidazione del saldo spettante.
Con riferimento invece a quanti hanno evidenziato la difficoltà o impossibilità a implementare attività di progetto, si fa presente che la medesima LR 5/2020 concede ai beneficiari che ne avessero necessità la facoltà di richiedere una sospensione dei progetti cofinanziati dalla LR.19/2000 della durata di 6 mesi, a partire dalla data citata del 23 febbraio 2020.
Nel caso di quest’ultima fattispecie, si chiarisce che ciascun beneficiario che intenda avvalersi della facoltà di chiedere la sospensione di 6 mesi delle attività progettuali dovrà comunicarlo allo scrivente Servizio con nota da inviare tramite PEC, allegando alla richiesta di sospensione uno stato dell’arte dell’avanzamento dello specifico progetto alla data di sospensione, che potrà essere il 23 febbraio 2020 ma anche una data successiva. Resta inteso che durante il periodo di sospensione delle attività progettuali non sarà consentito ai beneficiari sostenere alcuna spesa da portare a rendiconto.
 

Ultime notizie