Contributi ai soggetti che gestiscono nidi d’infanzia, per contenere le rette a carico delle famiglie.

Cosa sono

Sono contributi ai soggetti pubblici, privati e del privato sociale che gestiscono nidi d’i nfanzia, con lo scopo di contenere le rette a carico delle famiglie per l’accesso a tali servizi.

Ritorna all'indice

Come ottenerli

Deve essere presentata una domanda, utilizzando l’apposita modulistica, entro il 31 luglio di ogni anno.

L’anno educativo inizia il 1° settembre e si conclude il 31 agosto di ogni anno.

Ritorna all'indice

Chi può presentare la domanda

Possono presentare domanda per la concessione dei contributi, alternativamente:
a) i gestori pubblici, privati e del privato sociale di nidi d’infanzia presenti nel territorio regionale e titolari di autorizzazione al funzionamento, anche provvisoria, in corso di validità nell’anno scolastico di riferimento ai sensi del combinato disposto degli articoli 29 della legge regionale 20/2005 e 56, commi 5 e 6, della legge regionale 24 maggio 2010, n. 7 in materia di sistema educativo integrato dei servizi per la prima infanzia e di interventi a sostegno della famiglia e della genitorialità, o che hanno avviato il servizio con le modalità di cui all’a rticolo 18 della legge regionale 20/2005;
b) i soggetti che hanno ricevuto, in base a specifici accordi con i soggetti di cui alla lettera a), titolo a gestire i nidi d’infanzia e sono delegati, da parte degli stessi soggetti di cui alla lettera a), a presentare domanda di contributo e ad esserne beneficiari.
 

Ritorna all'indice

A chi va presentata la domanda

Ai sensi di quanto previsto dall’articolo 5 del Regolamento approvato con DPReg. n. 128/Pres del 31 maggio 2011 e successive modifiche, le domande di contributo, a partire dall’anno educativo 2017/2018, dovranno essere compilate collegandosi al portale dedicato SISEPI.

Dopo aver compilato la domanda on line, la stessa va stampata e inoltrata entro il 31 luglio di ogni anno alla Direzione Centrale Lavoro, Formazione, Istruzione e Famiglia tramite raccomandata A.R., a mezzo PEC (lavoro@certregione.fvg.it) o mediante consegna a mano all'Ufficio protocollo (Via San Francesco n. 37 - Trieste) da lunedì a venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00.

Le domande devono essere sottoscritte e devono essere corredate degli allegati previsti.

Ritorna all'indice

Quando si può presentare la domanda

Il termine scade perentoriamente il 31 luglio di ogni anno.

Ritorna all'indice

Importo del contributo

Viene stabilito sulla base di due criteri fondamentali:
- il numero di bambini accolti;
- la qualità del servizio.

Il contributo per ogni bambino accolto è al massimo di euro 1.800,00 annui.
 

Ritorna all'indice

Rendicontazione

Per l’anno educativo 2017/2018 il termine per la presentazione della rendicontazione, stabilito dal decreto di concessione (articolo 7, comma 2 del DPReg n. 128/2011) è fissato entro e non oltre il 31 marzo 2019.
A tal proposito si ricorda che l’articolo 7, comma 6 del DPReg n. 128/2011 dispone che in caso di mancata presentazione del rendiconto o di rinuncia al contributo da parte del beneficiario, il contributo stesso viene revocato e il beneficiario è tenuto alla restituzione dell’intera quota eventualmente già erogata, maggiorata degli interessi calcolati ai sensi dell’articolo 49, commi 1 e 2, della Legge regionale 7/2000, a decorrere dalla data di erogazione sino alla data di effettiva restituzione.
La documentazione dovrà essere inoltrata alla Direzione Centrale Lavoro, Formazione, Istruzione e Famiglia tramite raccomandata A.R., a mezzo PEC (lavoro@certregione.fvg.it) o mediante consegna a mano all'Ufficio protocollo (Via San Francesco n. 37 - Trieste), da lunedì a venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00.
 

Ritorna all'indice