la Regione dalla A alla Z Chiudi

Industria

Thu Jan 05 13:00:00 CET 2017

Por Fesr: Bolzonello, oltre 24 milioni per ricerca, sviluppo, innovazione

Dopo un percorso di valutazione, completato nei tempi previsti, la Direzione attività produttive della Regione Friuli Venezia Giulia ha approvato le graduatorie di due bandi del Por-Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale) del periodo di programmazione 2014-2020, grazie ai quali saranno subito messi ad disposizione del tessuto industriale del Friuli Venezia Giulia complessivamente 17.5 milioni di euro per favorire la ricerca, lo sviluppo sperimentale e l'innovazione tecnologica.

Ad annunciarlo il vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive, Sergio Bolzonello, che sottolinea come "stiamo dando risposte concrete ai fabbisogni delle aziende, puntando sui settori chiave della competitività del nostro territorio" e anticipa nel contempo che "siamo in condizione, seguendo le procedure contabili della riapertura d'anno, di finanziare già la prossima settimana tutte le domande ammissibili".

Infatti "nella prima seduta utile, il 13 gennaio, sarà portata all'attenzione della Giunta - spiega in proposito Bolzonello -una delibera che mette a disposizione altri 6,6 milioni di euro di fondi regionali per il pieno soddisfacimento di entrambe le graduatorie, arrivando così a uno stanziamento di ben 24 milioni in questo inizio 2017".

Le graduatorie definite dalla Direzione attività produttive sono riferite alla domande ammissibili presentate entro il 28 giugno 2016 sui bandi Por Fesr 2014-2020. Sono previsti incentivi per le attività 1.3.a e 1.2.a.1, riferite ai settori della strategia di specializzazione. I provvedimenti arrivano a conclusione di un'intensa attività istruttoria sulle domande presentate.

Per quanto riguarda l'attività 1.2.a.1 (innovazione nei settori agroalimentare, sistema casa, metalmeccanica, tecnologie marittime, smart health), l'assegnazione di risorse è pari a circa 4,5 milioni di euro e permetterà di finanziare tutti i 47 progetti utilmente collocati in graduatoria.

Per l'attività 1.3.a (ricerca e sviluppo nei settori agroalimentare, sistema casa, metalmeccanica) è stata definita una prima assegnazione di risorse Por Fesr, con la destinazione dei 13 milioni di euro di fondi europei disponibili che andranno a finanziare i primi 63 progetti in graduatoria, unitamente ad altri 4 progetti presentati da imprese localizzate nell'area montana, secondo quanto previsto dalla Strategia regionale per il rilancio della montagna.

Ma in ogni caso, ribadisce il vicepresidente Bolzonello, "con la delibera che approveremo nella riunione di giunta del 13 gennaio garantiremo il pieno finanziamento con ulteriori fondi regionali di tutte le domande ammissibili".

Il Programma Operativo Regionale (Por) Fesr è lo strumento di programmazione europea con cui la Regione finanzia progetti finalizzati a sostenere l'economia regionale. Il Friuli Venezia Giulia, attraverso le opportunità che ne derivano, può promuovere la realizzazione di innumerevoli progetti all'interno di una linea di sviluppo strategica finalizzata a permettere a tutto il territorio di competere in ambito nazionale e internazionale.

"Dall'inizio della programmazione con il Por Fesr 2014-2020 abbiamo già attivato metà delle risorse, ben 116,3 milioni di euro su 231 disponibili, di cui 65,2 milioni a favore del sistema imprese, con sei diversi bandi finalizzati a ricerca e sviluppo, investimenti e innovazione", conclude il vicepresidente della Regione, precisando che "nel 2017 sarà predisposta e pubblicata un'altra tornata di bandi, sia per queste stesse attività che per altre azioni. Vogliamo infatti dare ulteriori opportunità alle imprese, sia nel caso siano state escluse dalle prime assegnazioni, sia che intendano concorrere rispetto a nuove esigenze aziendali che fisiologicamente si presentano in un contesto economico che corre sempre più veloce".