Il Decreto del Presidente della Regione n. 312/Pres. del 23 dicembre 2011 (Regolamento concernente criteri e modalità per la concessione di contributi ai sensi dell’articolo 2, commi 85 e 86, della legge regionale 11/2011 a sostegno di progetti di imprenditoria femminile), come a margine riportato, è stato modificato con il Decreto del Presidente della Regione n. 82/Pres. del 16 aprile 2013 (pubblicato sul BUR n. 18 del 2 maggio 2013) le cui sole parti evidenziate sono applicabili anche alle domande presentate nel 2012.

In base al combinato disposto dall’articolo 12 (modifiche all’articolo 16 del D.P.Reg. 312/2011) e dall’articolo 21 (norma transitoria) del citato D.P.Reg. 82/2013, i pagamenti effettuati tramite assegni sono ammessi solo nel limite massimo di 500,00 euro e tale norma si applica anche alle domande di contributo già presentate nell’ambito dello sportello 15/02/2012 – 31/05/2012, limitatamente alle spese non ancora sostenute alla data di pubblicazione sul BUR del richiamato Regolamento 82/2013 di modifiche e integrazioni al D.P.Reg. 312/2011.

Si raccomanda pertanto di prestare la massima attenzione nel pagamento delle spese riferite al progetto attraverso la modalità dell’assegno bancario.
Con l’occasione si rammenta che, in presenza di spese sostenute tramite assegni, è fatto obbligo ai beneficiari del contributo di presentare copia dell’assegno stesso nonché dell’estratto del conto corrente intestato ai beneficiari dal quale si evinca l’effettivo pagamento dello stesso.