Accordo per il credito 2015 siglato dall'Associazione Bancaria Italiana (ABI) e le associazioni di categoria.

Con deliberazione della Giunta regionale 31 luglio 2015, n, 1520 è stata approvata la lista delle disposizioni di incentivazione regionale da includere nell’elenco di cui all’ Accordo per il credito 2015 siglato da ABI e associazioni di categoria, ai fini di consentire l’applicazione dell’A ccordo medesimo alle operazioni di finanziamento disciplinate da tali disposizioni.

 

Per quanto attiene al settore del commercio e dei servizi, le disposizioni sono le seguenti:
 

  1. articoli 2 (Sottoscrizioni di prestiti obbligazionari per agevolare il finanziamento delle piccole e medie imprese commerciali e di servizi) e 6 (Finanziamenti agevolati alle imprese commerciali per l'ammodernamento degli esercizi) della legge regionale 36/1996 (Finanziamenti per agevolare l'accesso al credito di imprese commerciali e del terziario, rapporti convenzionali con le banche, modificazioni a leggi agevolative nel settore del commercio, soppressione del Capo I della legge regionale 24 maggio 1988, n. 36)
     
  2. articoli 95 (Finanziamenti agevolati a medio-lungo termine a favore delle imprese commerciali, turistiche e di servizio) e 96 (Finanziamenti agevolati a medio termine a favore delle imprese commerciali, turistiche e di servizio) della legge regionale 29/2005 (Normativa organica in materia di attività commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande. Modifica alla legge regionale 16 gennaio 2002, n. 2 Disciplina organica del turismo)
     
  3. articolo 7, commi 69 e seguenti (Contributi a favore dei confidi tra le imprese commerciali e turistiche del Friuli Venezia Giulia, per l'attivazione mediante convenzioni con istituti di credito di interventi diretti ad attivare prestiti partecipativi per capitalizzare o ricapitalizzare l'azienda), della legge regionale 4/2001 (Disposizioni per la formazione del bilancio pluriennale ed annuale della Regione Legge finanziaria 2001)
     
  4. articolo 6, comma 48, lettera a) (Acquisto di macchine utensili – Legge Sabatini), della legge regionale 23/2002.
 

Informazioni sulle procedure per ottenere la sospensione temporanea del pagamento della quota capitale delle rate, da richiedere alla banca finanziatrice, possono essere reperite sul sito internet dell' Associazione Bancaria Italiana  nelle pagine dedicate all’ Accordo per il credito 2015.