I finanziamenti sono concessi  alle imprese di trasformazione o commercializzazione  di prodotti agricoli rientranti nella definizione di grandi imprese per la realizzazione di progetti di sviluppo che  comportano, anche come ricaduta indotta, almeno uno dei seguenti risultati:
a) l’incremento di produttività della filiera agroindustriale regionale;
b) la valorizzazione delle produzioni agricole a tipicità riconosciuta;
c) il miglioramento strutturale del livello di reddito dei produttori agricoli della regione e che prevedono investimenti riconducibili ad almeno una delle seguenti tipologie:

  1. realizzazione di nuove iniziative produttive in regione;
  2.  ampliamento, ammodernamento, ristrutturazione di unità produttive esistenti nel territorio regionale;
  3. diversificazione o cambiamento dei processi produttivi in essere.

I finanziamenti hanno durata massima di 15 anni e sono erogati per sostenere le spese di  per le seguenti tipologie di investimenti funzionali alla realizzazione dei progetti medesimi e in coerenza con le misure di sviluppo rurale:
a) costruzione, acquisizione o miglioramento di beni immobili;
b) acquisto di nuovi macchinari e attrezzature al massimo fino al loro valore di mercato;
c) acquisto o sviluppo di programmi informatici e acquisto di brevetti, licenze, diritti d’a utore e marchi commerciali.