In esecuzione dell’ articolo 16, commi 1 e 2 della legge regionale 18/2004 ed in conformità alla legislazione europea, nello specifico ai nuovi Orientamenti comunitari sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese non finanziarie in difficoltà, il regolamento prevede l’erogazione di aiuti finalizzati alla realizzazione di piani di ristrutturazione che ripristinano la reddittività a lungo termine delle imprese in difficoltà che producono, trasformano e commercializzano prodotti agricoli.
Le tipologie di agevolazione attraverso le quali viene sostenuta la realizzazione dei piani di ristrutturazione sono quelle:
  • della contribuzione in conto capitale, nel limite massimo di 500.000,00 euro;
  • creditizia, con l’utilizzo delle disponibilità del fondo di rotazione per interventi nel settore agricolo nel limite di 2.000.000,00 di finanziamento agevolato;
  • della rinuncia al rientro delle quote di ammortamento dei finanziamenti già erogati ai sensi dello stesso fondo di rotazione in agricoltura.