La legge regionale 29 dicembre 2016 n. 25 (Legge di Stabilità 2017) all’articolo 7 commi 88-98, ha previsto una nuova linea di contribuzione per l’impiantistica sportiva finalizzata al finanziamento di interventi divenuti necessari a seguito del verificarsi di eventi naturali eccezionali che ne hanno compromesso la funzionalità.

CAUSA ESAURIMENTO DELLE RISORSE PER L’ANNO CORRENTE, TUTTE LE DOMANDE DI CONTRIBUTO SARANNO AUTOMATICAMENTE ARCHIVIATE MANTENENDO COMUNQUE L’ORDINE CRONOLOGICO DI ARRIVO.


Soggetti legittimati a presentare la domanda:


- enti pubblici e società sportive non professionistiche senza fine di lucro proprietari di impianti sportivi;
- associazioni e società sportive non professionistiche senza fine di lucro che dispongono di idoneo titolo giuridico ad effettuare lavori di straordinaria manutenzione, su impianti sportivi di proprietà di enti pubblici.
Interventi finanziabili:
- riconducibili alle categorie di manutenzione straordinaria, così come definite dall’a rticolo 4, comma 2, lettera b), della legge regionale 11 novembre 2009, n. 19 (Codice regionale dell’edilizia);
- per i quali è richiesto un contributo non superiore a 75.000 euro;
- non iniziati alla data di presentazione della domanda.


Termini per la presentazione della domanda:

- a sportello. L’evento eccezionale deve essersi verificato successivamente all’entrata in vigore della LR 25/2016 (cioè dal 9 gennaio 2017).


Documentazione da presentare (a pena di inammissibilità):


1. domanda sottoscritta dal legale rappresentante del soggetto richiedente o da altro soggetto legittimato;
2. relazione recante l’indicazione dell’impianto sportivo per il quale viene richiesto il contributo e dell’evento eccezionale che ne ha compromesso la funzionalità;
3. relazione illustrativa dei lavori da realizzare e relativo preventivo di spesa, sottoscritti da un tecnico abilitato;
4. idonea documentazione, a firma di un tecnico abilitato, attestante la qualificazione dell’i ntervento quale manutenzione straordinaria;
5. dichiarazione sostitutiva ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 445/2000, resa dal legale rappresentante del soggetto richiedente il contributo, in ordine alla intervenuta compromissione della funzionalità dell’impianto sportivo, per effetto dell’e vento descritto nella relazione di cui al punto 2.

Importo massimo del finanziamento: pari alla spesa ammissibile entro il limite massimo di euro 75.000,00


Si raccomanda di leggere attentamente quanto previsto all’articolo 7 commi da 88 a 98 della LR 25/2016 (stralcio articolo 7 LR25/2016)