Centro Servizi , Comitato regionale e Assemblea regionale.

La Regione disciplina e promuove le attività delle organizzazioni di volontariato salvaguardandone l'autonomia e il pluralismo. Per questo, la normativa nazionale e regionale prevedono diversi organismi di partecipazione e di supporto al mondo del volontariato.
 

Centro Servizi Volontariato CSV FVG

ll CSV FVG, come previsto dall’articolo 63 del Codice del Terzo Settore D.Lgs. 117/2017, organizza, gestisce ed eroga servizi di supporto tecnico, formativo ed informativo per promuovere e rafforzare la presenza ed il ruolo dei volontari negli enti di Terzo Settore senza distinzione tra enti associati ed enti non associati e con particolare riguardo alle organizzazioni di volontariato.  Obiettivo fondamentale del CSV è il sostegno e la qualificazione dell’attività di volontariato tramite l’erogazione di servizi, e non solo, a favore di qualunque organizzazione di volontariato operante in Friuli Venezia Giulia. A tale scopo mette a disposizione:
  •  servizi di promozione, orientamento e animazione territoriale, finalizzati a dare visibilità ai valori del volontariato e all’impatto sociale dell’azione volontaria nella comunità locale, a promuovere la crescita della cultura della solidarietà;
  • servizi di formazione, finalizzati a qualificare i volontari o coloro che aspirino ad esserlo, acquisendo maggiore consapevolezza dell’identità e del ruolo del volontario;
  • servizi di consulenza, assistenza qualificata ed accompagnamento, finalizzati a rafforzare competenze e tutele dei volontari negli ambiti giuridico, fiscale, assicurativo, del lavoro, progettuale, gestionale, organizzativo, della rendicontazione economico-sociale, della ricerca fondi;
  • servizi di informazione e comunicazione, finalizzati a incrementare la qualità e la quantità di informazioni utili al volontariato, a supportare la promozione delle iniziative di volontariato, a sostenere il lavoro di rete degli enti del Terzo settore tra loro e con gli altri soggetti della comunità locale per la cura dei beni comuni, ad accreditare il volontariato come interlocutore autorevole e competente;
  • servizi di ricerca e documentazione, finalizzati a mettere a disposizione banche dati e conoscenze sul mondo del volontariato e del Terzo settore in ambito nazionale, comunitario e internazionale;
  • servizi di supporto tecnico-logistico, finalizzati a facilitare o promuovere l’operatività dei volontari, attraverso la messa a disposizione temporanea di spazi, strumenti ed attrezzature.
Il CSV FVG  inoltre si impegna a  dare visibilità ai valori del volontariato e all’impatto sociale dell’azione volontaria nella comunità locale, a promuovere la crescita della cultura della solidarietà e della cittadinanza attiva in particolare tra i giovani e nelle scuole, istituti di istruzione, di formazione ed università, facilitando l’incontro degli enti di Terzo Settore con i cittadini interessati a svolgere attività di volontariato, nonché con gli enti di natura pubblica e privata interessati a promuovere il volontariato. 

Comitato Regionale Volontariato

Il Comitato regionale del volontariato è strumento di partecipazione attiva delle organizzazioni di volontariato alla programmazione e alla realizzazione degli interventi della Regione nei settori di diretto interesse delle organizzazioni stesse e rappresenta le organizzazioni di volontariato nei rapporti con le istituzioni, gli enti e gli organismi.
Il Comitato esercita funzioni consultive con riguardo alla programmazione regionale, agli interventi nel settore del volontariato e su ogni altra questione diretta a promuovere il volontariato nel territorio regionale; esercita, inoltre, funzioni di impulso e proposta riguardo agli interventi regionali in materia di volontariato, allo svolgimento di studi e ricerche, alle iniziative di formazione, aggiornamento, educazione alla cultura della solidarietà e di orientamento.

E’ composto dal Presidente della Regione o suo delegato, da cinque rappresentanti delle organizzazioni di volontariato operanti nel territorio regionale, dal dirigente della struttura regionale competente in materia di volontariato, o suo delegato e da due rappresentanti delle autonomie locali designati dal Consiglio delle autonomie locali.
 

Con decreto del Presidente della Regione n. 266 del 24 novembre 2017 è stato ricostituito il nuovo Comitato che dura in carica per tre anni e fino alla sua ricostituzione.

 Assemblea regionale delle organizzazioni di volontariato

L'Assemblea regionale delle organizzazioni di volontariato, presieduta dall'assessore competente, costituisce un momento di proposta, confronto e verifica sulle politiche regionali in materia di volontariato, sullo stato dei rapporti tra volontariato e istituzioni pubbliche e sulle questioni di particolare interesse per le organizzazioni.
Partecipano all'Assemblea, con voto deliberativo, i rappresentanti, o loro delegati, delle organizzazioni di volontariato e loro forme di coordinamento regionale iscritte nel Registro. Possono partecipare, senza diritto di voto, le organizzazioni non iscritte e vi possono assistere liberamente tutti i cittadini interessati. Possono essere, altresì, convocate assemblee a livello provinciale aventi le medesime finalità.

Sono invitati a partecipare all'Assemblea i rappresentanti del Comitato di gestione del fondo speciale per il volontariato e dei Centri di servizio per il volontariato ai fini della presentazione delle relazioni annuali sugli indirizzi di gestione e sull'attività svolta.
L'Assemblea elegge i rappresentanti delle organizzazioni iscritte nel Registro anche nel Comitato regionale e nel Comitato di gestione del Fondo speciale per il volontariato, secondo le modalità stabilite dal proprio Regolamento.