Centro Servizi , Comitato regionale e Assemblea regionale.

La Regione disciplina e promuove le attività delle organizzazioni di volontariato salvaguardandone l'autonomia e il pluralismo. Per questo, la normativa nazionale e regionale prevedono diversi organismi di partecipazione e di supporto al mondo del volontariato.
 

Centro Servizi Volontariato

Il Centro Servizi per il Volontariato del Friuli Venezia Giulia (CSV) è un’associazione di secondo livello (un’associazione di associazioni), senza fini di lucro, nata nel luglio del 2000, che si è sviluppata a partire dalle indicazioni della legge 266/91 (legge quadro sul volontariato) e del successivo decreto ministeriale dell’ottobre 1997.

Scopo principale del CSV FVG è sostenere e qualificare l’attività di volontariato, erogando una serie di servizi a favore di tutte le organizzazioni di volontariato che operano nel territorio del FVG, iscritte e non ai registri del volontariato regionale, purché si ispirino ai principi dell’art. 3 della legge 266/91.

 

Per raggiungere i propri obiettivi, il CSV FVG progetta, gestisce e fornisce servizi di consulenza, di collaborazione e sostegno alla progettualità, di supporto logistico, di documentazione e ricerca, formazione e di comunicazione-informazione.

Ai servizi si accede direttamente tramite gli sportelli territoriali, dove è possibile richiedere informazioni, porre quesiti, ottenere supporto su questioni inerenti ai temi del volontariato. Gli operatori dello sportello, attraverso l’attività di front office raccolgono le diverse richieste, rispondono ai quesiti, orientano le associazioni nella ricerca di soluzioni oppure li indirizzano verso consulenze specifiche.

Comitato Regionale Volontariato

Il Comitato regionale del volontariato è strumento di partecipazione attiva delle organizzazioni di volontariato alla programmazione e alla realizzazione degli interventi della Regione nei settori di diretto interesse delle organizzazioni stesse e rappresenta le organizzazioni di volontariato nei rapporti con le istituzioni, gli enti e gli organismi.
Il Comitato esercita funzioni consultive con riguardo alla programmazione regionale, agli interventi nel settore del volontariato e su ogni altra questione diretta a promuovere il volontariato nel territorio regionale; esercita, inoltre, funzioni di impulso e proposta riguardo agli interventi regionali in materia di volontariato, allo svolgimento di studi e ricerche, alle iniziative di formazione, aggiornamento, educazione alla cultura della solidarietà e di orientamento.

 

E’ composto dal Presidente della Regione o suo delegato, dai rappresentanti delle Organizzazioni di volontariato operanti nel territorio regionale, da Direttori centrali (o loro delegati) delle Direzioni centrali funzione pubblica, autonomie locali e coordinamento delle riforme; salute, integrazione socio sanitaria e politiche sociali; istruzione, università, ricerca, famiglia, associazionismo e cooperazione; lavoro, formazione, commercio e pari opportunità; attività produttive; cultura, sport, relazioni internazionali e comunitarie.
Nel Comitato regionale del Volontariato siedono inoltre un rappresentante delle Amministrazioni provinciali e di quelle comunali esperto in materia di volontariato.
 

 Assemblea regionale delle organizzazioni di volontariato

L'Assemblea regionale delle organizzazioni di volontariato costituisce un momento di proposta, confronto e verifica sulle politiche regionali in materia di volontariato, sullo stato dei rapporti tra volontariato e istituzioni pubbliche e sulle questioni di particolare interesse per le organizzazioni.
Partecipano all'Assemblea, con voto deliberativo, i rappresentanti delle organizzazioni di volontariato e loro forme di coordinamento regionale iscritte nel Registro. Possono partecipare, senza diritto di voto, le organizzazioni non iscritte e vi possono assistere liberamente tutti i cittadini interessati. 3. Possono essere, altresì, convocate assemblee a livello provinciale aventi le medesime finalità.


Sono invitati a partecipare all'Assemblea i rappresentanti del Comitato di gestione del fondo speciale per il volontariato e dei Centri di servizio per il volontariato ai fini della presentazione delle relazioni annuali sugli indirizzi di gestione e sull'attività svolta.
L'Assemblea elegge anche nel Comitato regionale e nel Comitato di gestione del Fondo speciale per il volontariato, i rappresentanti delle organizzazioni iscritte nel Registro.