All’Albo possono iscriversi gli enti e le organizzazioni che svolgono attività esclusivamente in ambito regionale. L’iscrizione all'Albo è condizione necessaria per poter presentare progetti di Servizio Civile da parte di enti o organizzazioni.

Servizio civile universale

È entrato ufficialmente in vigore il 18 aprile il Decreto legislativo n. 40/2017 che attua il nuovo servizio civile “universale”, previsto dall’art. 8 della legge delega n. 106/2016 di riforma del Terzo settore, dell’impresa sociale e – appunto – del servizio civile universale. Tra i primi effetti il “congelamento” dell’accreditamento dei nuovi enti di servizio civile. Con una circolare emanata il 14 aprile scorso, il Capo ad interim del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile ha stabilito che a partire dal 18 aprile 2017 “non potranno più essere presentate domande di iscrizione al Servizio Civile Nazionale sia per quanto riguarda l’Albo nazionale, che gli Albi delle Regioni e delle Province autonome.”

L'Albo regionale - in vigore fino al 17 aprile 2017

Con delibera del 30 gennaio 2006 n. 116 la Regione FVG ha istituito l’Albo degli enti di Servizio civile ai fini dell’accreditamento.

I provvedimenti di iscrizione all’Albo e di cancellazione sono adottati dall’Assessore regionale competente sulla base delle risultanze dell’istruttoria effettuata dalla Direzione centrale cultura, sport e solidarietà entro il termine di 90 giorni dalla data di ricevimento della domanda.

  

L’Albo regionale degli enti e delle organizzazioni di Servizio civile è suddiviso nelle tre seguenti sezioni:

 

1. nella sezione A dell’Albo sono iscritti gli enti pubblici e le organizzazioni private di rilevanza regionale, ossia quelli che hanno sede legale nella regione Friuli Venezia Giulia e sedi d’attuazione dei progetti di servizio civile nazionale in non più di altre 3 regioni (operatività complessiva in 4 regioni);

 

2. nella sezione B dell’Albo sono iscritte le sedi d'attuazione dei progetti presentati all’Amministrazione regionale da parte di enti iscritti in altri Albi regionali o provinciali;

 

3. nella sezione C dell’Albo sono iscritte le sedi d'attuazione dei progetti presentati all’Amministrazione regionale da parte di enti iscritti all’Albo nazionale.

 

 

I requisiti

All’Albo possono iscriversi gli enti e le organizzazioni in possesso dei requisiti previsti dall'articolo 3 della Legge n. 64/2001 che svolgono attività esclusivamente in ambito regionale.

 

I requisiti sono i seguenti:
a) assenza di scopo di lucro;
b) capacità organizzativa e possibilità d'impiego in rapporto al servizio civile volontario;
c) corrispondenza tra i propri fini istituzionali e le finalità di cui all'articolo 1;
d) svolgimento di un'attività continuativa da almeno tre anni.

 

L’iscrizione all'Albo è condizione necessaria, secondo le disposizioni di cui all’articolo 6 del decreto n. 77, per poter presentare progetti di Servizio civile da parte di enti o organizzazioni.

All’iscrizione all’Albo regionale si provvede secondo le modalità e sulla base dei requisiti indicati con circolare della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Ufficio Nazionale per il Servizio Civile del 23 giugno 2013, concernente “Norme sull’accreditamento degli enti di servizio civile nazionale”.

 

I provvedimenti di iscrizione all’Albo e di cancellazione sono adottati dall’Assessore regionale competente sulla base delle risultanze dell’istruttoria effettuata dalla Direzione centrale cultura, sport e solidarietà entro il termine di 90 giorni dalla data di ricevimento della domanda.