Entro il 31 gennaio di ogni anno le associazioni di promozione sociale possono presentare domanda di contributo per progetti di formazione o di utilità sociale.

La Regione riconosce il valore dell'associazionismo liberamente costituito come espressione di impegno sociale, partecipazione, solidarietà e pluralismo della società civile, ne sostiene l'attività progettuali e ne promuove lo sviluppo in tutte le sue forme. In particolare riconoscendo il valore strategico della formazione e dell'aggiornamento degli aderenti alle associazioni di promozione sociale, sostiene con appositi contributi le iniziative di formazione, attuate in modo autonomo e diretto dalle associazioni stesse.

I destinatari

Possono accedere ai contributi le associazioni di promozione sociale che alla data di presentazione della domanda di contributo sono iscritte al Registro regionale delle associazioni di promozione sociale. I progetti e le iniziative di formazione possono anche essere realizzati congiuntamente da due o più associazioni, nell’ambito di un rapporto di partenariato,; in questo caso, tutte le associazioni partecipanti devono essere iscritte al Registro. 

 

Ogni associazione può presentare una sola domanda di contributo ovvero partecipare in qualità di partner ad un solo progetto o ad una sola iniziativa formativa. Nel caso di progetti e iniziative realizzati congiuntamente da due o più associazioni, nell’ambito di un rapporto di partenariato, la domanda deve essere presentata dalla sola associazione individuata come capofila. 

Le iniziative finanziate

I contributi riguardano due diversi tipi di iniziative:

a) progetti di utilità sociale a favore di associati o di terzi, senza finalità di lucro; si tratta di progetti che riguardano l’erogazione di servizi con carattere prevalente di mutualità e non di natura commerciale, atti a soddisfare un bisogno umano o un interesse pubblico e che cerchino di migliorare la qualità della vita. Per essere finanziabili, questi progetti devono svolgersi interamente nel territorio regionale e avere una durata compresa tra i 3 e i 12 mesi.

b) iniziative di formazione e aggiornamento a favore dei propri associati. Per essere finanziabili, le iniziative di formazione e aggiornamento devono svolgersi interamente nel territorio regionale; riferirsi alle attività e finalità dell' associazione; prevedere una durata non superiore a dodici mesi; non prevedere versamenti in denaro a carico dei partecipanti.
 

Importo massimo concedibile

Il contributo è concesso nella misura massima dell’80 per cento dell’importo della spesa ammessa (ossia delle spese ammissibili detratte le eventuali entrate complessive del progetto), fino a un massimo di euro 5.000,00 nel caso di progetti e iniziative realizzati da una singola associazione, e fino a un massimo di euro 10.000,00 nel caso realizzazione congiunta da più associazioni, nell’ambito di un rapporto di partenariato.

Come presentare la domanda

La domanda deve essere presentata entro e non oltre il 31 gennaio di ogni anno, via posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo cultura@certregione.fvg.it.

 

La domanda redatta sulla base della modulistica predisposta dal Servizio, completa in ogni sua parte, deve essere sottoscritta, anche digitalmente, dal legale rappresentante dell’associazione o da altra persona munita di delega e poteri di firma. Alla domanda va apposta la marca da bollo ( € 16,00) annullata in originale, salvi i casi di esenzione.