Le azioni regionali in materia sono state oggetto della profonda riforma recentemente delineata dalla legge regionale 23/2015 (operativa dal 1 gennaio 2016), che ha abrogato la legge regionale 60/1976 e ha previsto la successiva emanazione di un regolamento attuativo per la costituzione del Sistema museale regionale, per il riconoscimento della qualifica di museo a rilevanza regionale e per la definizione dei criteri e delle modalità procedurali da applicare ai fini della concessione dei nuovi contributi destinati al sostegno dei programmi di attività dei musei riconosciuti. 
Nelle more dell’adozione del predetto regolamento, la Legge regionale 45/2017 ha autorizzato l’Amministrazione regionale a concedere, nell’esercizio 2018, contributi a sostegno di progetti pluriennali destinati a promuovere la realizzazione, da parte dei Musei di interesse regionale gestiti da enti pubblici e individuati nella Tabella L allegata alla legge regionale 25/2016, di iniziative diversificate e innovative finalizzate all’intensificazione della funzione didattico-educativa e di ricerca scientifica, alla valorizzazione, all’incremento e alla catalogazione del proprio patrimonio, allo sviluppo della propria attrattività, all’attuazione di iniziative di formazione e aggiornamento professionale del personale.

I termini per la presentazione delle domande di contributo per l’anno 2018, le tipologie di progetti ammissibili nonché i criteri di valutazione dei progetti stessi e di determinazione dei contributi saranno definiti con apposito bando, da approvare con deliberazione della Giunta regionale, che verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione e nella sezione documentazione nel menù a destra di questa pagina.