Intervento per migliorare il sistema dell’accoglienza e sostenere le situazioni di fragilità di richiedenti asilo o titolari di forme di protezione usciti dai progetti di accoglienza.

ll Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) è costituito dalla rete degli enti locali che per la realizzazione di progetti di accoglienza integrata accedono, nei limiti delle risorse disponibili, al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo. A livello territoriale gli enti locali, con il prezioso supporto delle realtà del terzo settore, garantiscono interventi di “accoglienza integrata” che superano la sola distribuzione di vitto e alloggio, prevedendo in modo complementare anche misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico (www.sprar.it).

Azione 6 - Crocicchio 2.0

Il consolidamento del “Sistema di protezione FVG” richiede una rimodulazione dell’intervento denominato “voikrucigo/crocicchio” nell'ottica di potenziare la capacità di presa in carico dei richiedenti asilo/rifugiati, di armonizzare tra loro i servizi dei progetti SPRAR, dei Centri di Accoglienza Straordinaria (CAS) e dei Centri governativi, e di rafforzare la rete dei soggetti, in particolare enti gestori degli SPRAR.
Le attività prevedono:
a) gestione del “Fondo interventi assistenziali” per sostenere i percorsi di integrazione in particolare di persone in situazione di grave difficoltà e prive di mezzi di sostentamento, in continuità e in sinergia con i servizi locali e le istituzioni centrali;
b) implementazione o apertura di “Punti di accesso” territoriali (uno per capoluogo di Provincia) per l’informazione e l’orientamento legale di stranieri che intendono chiedere protezione internazionale ovvero di richiedenti e/o beneficiari di protezione internazionale o umanitaria nell’accesso ai servizi ad essi garantiti dalla normativa nazionale;
c) promozione e realizzazione di iniziative, anche seminariali, di formazione sulla normativa in materia di protezione internazionale, da rivolgere al personale SPRAR, dei CAS, dei Centri governativi e delle Pubbliche Amministrazioni del Friuli Venezia Giulia.
Enti attuatori sono gli Enti gestori dei progetti SPRAR del biennio 2016/2017.

Ritorna all'indice

Azione 9 - Potenziamento SPRAR

Nell’ottica del potenziamento dell’accoglienza diffusa e della valorizzazione del ruolo degli Enti locali nella gestione e programmazione degli interventi a favore dei Richiedenti Asilo e Rifugiati, la Regione
promuove il rafforzamento delle iniziative poste in essere dal Servizio Centrale dello SPRAR e da ANCI Friuli Venezia Giulia per stimolare i Comuni, singoli o associati, a presentare proposte progettuali finalizzate al riparto del Fondo Nazionale per le politiche e i Servizi dell’Asilo.
L’azione si sviluppa a partire dal costante monitoraggio del sistema di accoglienza regionale (SPRAR, CAS, Centri governativi) e successive attività di impulso nei confronti degli Enti locali, condivisione di prassi e rafforzamento della rete, anche in raccordo con le attività poste in essere nell’ambito dell’azione “Crocicchio 2.0”.
Attività previste:
- monitoraggio del sistema di accoglienza (SPRAR, CAS, Centri governativi);
- censimento delle potenziali reti territoriali da indirizzare alla progettazione SPRAR;
- invio di avvisi, notifiche e informative ai Comuni, in raccordo con eventuali analoghe iniziative poste in essere da ANCI e dal Servizio Centrale, e condivisione di prassi amministrative.

Ritorna all'indice