Per sostenere la crescita di una cultura di pace e della pacifica convivenza fra i popoli, la Regione promuove la valorizzazione e la conoscenza del patrimonio storico, culturale e ambientale attinente ai fatti della Prima Guerra Mondiale (legge regionale 11/2013).

Il 13 marzo 2017, la Giunta regionale ha approvato il Bando per il finanziamento di progetti educativi e didattici finalizzati ad ampliare la conoscenza e a favorire la riflessione sui fatti storici della prima guerra mondiale (delibera 436/2017).
 

Domande

Le domande di contributo vanno presentate sulla base dell'Avviso (articolo 4). Sono di particolare importanza le norme relative ai requisiti di ammissibilità dei progetti, quelle relative ai soggetti legittimati a presentare domanda e le spese ammissibili.

La domanda va inviata tramite la piattaforma FEGC utilizzando esclusivamente il link http://istanze-web.regione.fvg.it/fegc , entro le ore 12.00.00 di giovedì 08 giugno 2017.

La partecipazione al presente avviso rende inammissibile la partecipazione all’Avviso pubblico relativo a eventi e manifestazioni e studi e ricerche storiche di base di cui all’articolo 5, comma 1, lettera d) e lettera e), della legge regionale 11/2013.
 

Dal 7 aprile 2017 il nuovo numero verde unico gratuito per l’accesso ai servizi di supporto tecnico Insiel per la presentazione delle domande sarà l’800 098 788.
Per chiamate* da telefoni cellulari o dall’estero, il numero da contattare sarà lo 040 06 49 013. (*costo della chiamata a carico dell’utente secondo la tariffa del gestore telefonico).
 

Ritorna all'indice

Interventi finanziabili

Nell'ambito di questa linea contributiva, sono finanziabili i progetti relativi ai percorsi educativi e didattici finalizzati ad ampliare la conoscenza e a favorire la riflessione sui fatti storici della Prima Guerra Mondiale.

L'incentivo erogabile per ogni progetto non può essere inferiore euro 8.000,00 e non superiore a euro 12.500,00, a pena di inammissibilità.
 

Ritorna all'indice

I destinatari

Sono beneficiari dei contributi i soggetti che rientrano in una delle seguenti categorie:

a) gli enti pubblici del Friuli Venezia Giulia;
b) le associazioni;
c) gli enti di ricerca;
d) gli istituti scolastici;
e) i soggetti privati gestori di strutture di cui all'articolo 5, comma 1, lettera f), della legge regionale 11/2013.
 

Ritorna all'indice